Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 9 ago – Torna l’incubo terrorismo, a Parigi, per la precisione a Levallois Perret, sobborgo a nordest della capitale francese. Diversi militari dell’operazione Sentinelle sarebbero stati colpiti stamattina alle ore 8 da un’automobile, che poi si sarebbe dileguata. I militari del 35mo reggimento di fanteria stavano uscendo dalla loro caserma, quando un’auto li ha travolti a fortissima velocità e si è dileguata. Le autorità di polizia sono alla ricerca del veicolo. Ci sarebbero sei feriti ma, da quanto si apprende, nessun militare sarebbe in pericolo di vita. Solo due soldati hanno riportato fratture più gravi, ma nessuna comunque così gravemente da far temere il peggio.



Interpellato da Franceinfo, Patrick Balkany, sindaco di Levallois-Perret, ha condannato il possibile attacco e ha spiegato che i fatti sono avvenuti in place de Verdun, non lontano dal comune. A colpire i soldati sarebbe stata una vettura Bmw, parcheggiata nei pressi della caserma, che ha atteso l’uscita dei militari. Balkany ha parlato di un “atto intollerabile, incomprensibile”, assicurando che si tratta di un gesto “deliberato.

I militari feriti sono stati trasferiti all’ospedale militare di Percy, a Clamart. L’opération Sentinelle è un’operazione dell’esercito francese messa in campo dopo gli attentati del 7 gennaio 2015, in seguito rinforzata dopo gli attacchi del 13 novembre 2015. Negli obbiettivi sensibili sono dispiegati 10.000 militari, 6.500 nell’Île-de-France e 3.500 in provincia.



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta