Il Primato Nazionale mensile in edicola

Brasilia – L’estradizione di Cesare Battisti si avvicina. L’ambasciatore italiano in Brasile, Antonio Bernardini, ha incontrato lunedì il presidente eletto, Jair Bolsonaro, per discutere dell’estradizione dell’ex terrorista dei Pac e ha confermato la “sintonia tra le parti”.
A dare la notizia il quotidiano brasiliano O Globo citato dal giornale degli italiani in America Latina Gente d’Italia, secondo cui il colloquio è durato circa un’ora.
Bolsonaro ha confermato “l’armonia” con il governo italiano sul caso Battisti. “Certo, abbiamo parlato del caso Battisti. Il caso è molto chiaro, l’Italia sta chiedendo l’estradizione e il caso è discusso nella Corte Suprema federale. Ci aspettiamo che la Corte prenda la decisione nel più breve tempo possibile“, ha affermato il presidente eletto.
Il diplomatico italiano ha confermato la sintonia tra le parti: “C’è una storica presenza italiana in Brasile e cercheremo di aumentarla favorendo maggiore cooperazione”, ha commentato Bernardini.
Dal canto suo, Bolsonaro assicura che farà “tutto ciò che è legalmente possibile” per estradare il terrorista pluriomicida in Italia “immediatamente”. Battisti è un “bandito” e un “criminale“. “Tornerà in Italia, sì, immediatamente”, ha ribadito il futuro capo dello stato brasiliano.
Battisti, colpevole di quattro omicidi, è stato condannato in via definitiva e in contumacia a due ergastoli nel 1993. L’ex membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac) è evaso dal carcere nel 1981 ed ha trascorso la sua latitanza prima in Messico e Francia, quindi – dal 2004 – in Brasile. Nel 2009 la Corte suprema federale (Stf) ha autorizzato l’estradizione dell’ex terrorista rosso, lasciando però al capo dello Stato l’onere della decisione finale.
Ma il 31 dicembre 2010, nell’ultimo giorno di mandato, l’allora presidente Luiz Inacio Lula da Silva, decise però di non restituire Battisti alla giustizia italiana denunciando possibili pericoli per la sua sicurezza.
Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta