SONY DSCRoma, 24 mar – Un aereo di linea della Germanwings, compagnia low cost del gruppo Lufthansa, con a bordo 150 persone (144 passeggeri, due piloti e quattro membri dell’equipaggio) si è schiantato contro una montagna nei pressi di Barcelonnette, un comune francese del dipartimento delle Alpi dell’alta Provenza.

L’Airbus A320 era partito alle 9:55 da Barcellona diretto a Dusseldorf. L’aereo è scomparso dai radar alle 10:51. L’aereo sarebbe salito a 38.000 piedi per scendere in otto minuti a 6.000 piedi quando il segnale è stato perso.

Sul possibile allarme dato dai piloti circolano versioni discordanti: fonti francesi hanno escluso che il capitano abbia avvisato su un’emergenza a bordo, versione che contrasta con quella emersa qualche ora dopo. La stessa compagnia aerea tedesca ha parlato di informazioni non chiare a riguardo.

Il ministro francese dei Trasporti, Alain Vidalies, ha annunciato che non ci sono sopravvissuti.

Almeno 45 passeggeri sarebbero spagnoli, poi forse 67 i tedeschi e alcuni turchi. A bordo forse anche una classe di 16 studenti tedeschi tra i 15 e i 16 anni, secondo quanto riferito dal sindaco della città di Haltern in Germania, e due neonati.

Quanto alle cause del disastro, le autorità si sono trincerate dietro la classica frase: “Non escludiamo qualsiasi ipotesi”. Non ci sono al momento elementi che possano confermare una pista terroristica. Ma neanche smentirla.

Il luogo del disastro aereo è stato localizzato fra i 900 e i 1.450 metri nel massiccio dei “Trois evechés”, una zona impervia e di difficile accesso. Christophe Castaner, deputato del dipartimento Alpes-de-Haute-Provence, ha sorvolato la zona sull’aereo del ministro dell’Interno e ha descritto ciò che ha visto come “un orrore”.

In un primo momento erano circolati dei dubbi sulla rotta seguita dal mezzo, definita “anomala” da alcuni siti specializzati, ma successivamente la stessa compagnia Germanwings ha confermato che la rotta era quella giusta, così come era corretta la quota. Le condizioni meteo al momento del disastro sono state definite “ottimali”.

L’aeroplano precipitato era in servizio da 24 anni ed è uno dei modelli più diffusi e affidabili di Airbus per coprire medie distanze. Il pilota aveva “più di 10 anni di esperienza” e oltre 6mila ore di volo, hanno spiegato i responsabili di Germanwings. In una conferenza stampa tenuta alle 15 l’amministratore delegato di Germanwings ha detto che le ultime verifiche di sicurezza sull’aereo erano state fatte da Lufthansa a Düsseldorf il giorno precedente l’incidente.

Germanwings è una compagnia aerea low cost tedesca fondata nel 1997 ed è controllata interamente dalla compagnia aerea Lufthansa. Possiede una una flotta di oltre 80 velivoli, con più di 2.000 dipendenti alla fine del 2013 e 15 collegamenti attivi dagli scali italiani. L’incidente è il primo disastro aereo che coinvolge una low-cost in Europa e il più grave avvenuto in Francia dal 1981.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here