Roma, 8 dic — La Madonna in versione «trans», con barba e velo sul capo: è la «nuova» provocazione blasfema dal fronte Lgbt per reclamizzare i «diritti» gay.

Abbiamo scritto «nuova» tra virgolette perché l’universo omosessualista, che si vanta di possedere una visione del mondo colorata, innovativa e creativa, che stigmatizza gli avversari ideologici accusandoli del crimine di «Medioevo», gira che ti rigira dimostra di avere la creatività di uno zombie: se non è la Madonna, se la prendono con Gesù — stando bene alla larga da derive blasfeme in campo islamico, ché la testa piace a tutti averla attaccata al collo. Cuccioli, guardatevi intorno, il Medioevo è finito da un pezzo, siete coccolati e riveriti dal gotha del capitalismo mondiale: forse proprio per questo non sapete più con chi prendervela e vi attaccate alle immagini sacre.

La Madonna trans, che sbadigli 

La provocazione, se così si può chiamare, arriva dall’attivista arcobaleno Riccardo Simonetti; tedesco d’adozione, è influencer Lgbt assoldato dall’Unione europea per la comunicazione nelle campagne sui «diritti». Che a Bruxelles la tradizione cristiana facesse venire i diverticoli si era già capito un paio di settimane fa, quando la Commissione Ue aveva diramato (per poi ritirarle in seguito al fiume di proteste) le famigerate «linee guida di comunicazione interna» gender fluide, inclusive e rispettose delle altre religioni (tranne che del cristianesimo), con l’abolizione della parola «Natale» e varie amenità. Simonetti non fa altro che riconfermare il trend.

E così eccolo comparire sul numero di dicembre del mensile queer berlinese Siegessäule, dove l’attivista è apparso in copertina nei panni di Maria con tanto di barba Gesù bambino in grembo. All’interno del numero, la Madonna «trans» si fa ritrarre in compagnia di un San Giuseppe versione black, vestito di rosa. Talmente noioso che non fa nemmeno indignare. Qualcuno precisa che la Madonna in questione non è nemmeno «trans», ma gender fluid, ma sapete quanto ci importa di aderire ai codicilli Lgbt.

La Vergine genderfluid

Simonetti ha rilanciato l’immagine su Instagram, commentando: «Se ignoriamo il fatto che Gesù non era bianco, potremmo credere che la Vergine Maria avesse la barba. Perché no?». Invece, sulla stessa rivista, l’attivista avrebbe così motivato la carnevalata: «Non si tratta per me di schernire le persone a causa della loro fede, ma di ricordare loro che nelle storie bibliche ci sono così tanti punti di domanda. Se Maria era vergine e ha avuto un figlio senza rapporti sessuali, allora possiamo immaginarla altrettanto bene come una persona non conforme dal punto di vista del gender. Chiunque può rivedersi in lei! Nessuno di noi hai il diritto di avere il monopolio su una determinata immagine di Dio!».

Il buon Simonetti non è al corrente, forse, del fatto che le rappresentazioni di Gesù e della Madonna sono già diversificate in tutto il mondo, a seconda dell’area geografica di appartenenza: abbiamo Vergini nere, Gesù con gli occhi a mandorla, Madonne pellerossa, e a nessun cristiano verrebbe in mente di metterne in discussione la validità. Sembra, invece, che tutto il teatrino della Madonna trans e della motivazione a corredo dell’iniziativa covino il senso di frustrazione di una persona indispettita, a cui non frega nulla della fede, ma vorrebbe far parte «del club» e cambiarne le regole solo perché lui non è in grado di adeguarsi alle stesse.  A Simonetti consigliamo di fondare una propria setta, inclusiva e genderfluida, dove può adorare — a patto che gliene freghi qualcosa — tutti i trans che vuole.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Il KRUKKO d’ adozione … ha sposato le teorie più NERE di Krukkania ……

    Cristo NON sarebbe BIANCO ?????
    Ah siiii , un EBREO per i NAZI è un “negro-bianco” o , per la precisione un SUBUMANO …..

    Ma , in fondo , ha ragione il Frocione ,

    Per chi dovrei combattere ? per chi dovrei morire ? Non c’ è più niente da fare , non
    c’è più niente da dire –

    Dio , Patria , Famiglia ? per le merde sinistrate con la cuccia del cane tempio di Mammona ….
    non valgono nulla …..

    Meritate di estinguervi bianchi di merda privi d’ ONORE , canterini di Bellaciao , antifa ….

    Hanno distrutto i templi dei nostri DEI e ci hanno costruito le loro chiese e non abbiamo detto
    nulla ….
    Hanno distrutto lo spirito GUERRIERO , e siamo stati zitti .

    In fondo è GIUSTO che ora distruggano anche il LORO dio …… VIVA IL LIBERO MERCATO .
    TUTTO può essere comprato o venduto .
    I ricchi valgono , ascoltate MONTI !!!!

    Ma , attenti , potete abbattere le statue non distruggere gli spiriti …… Leonida ed i 300 , le Legioni
    ancora percorrono Europa ; un’ ORDA NERA cancellerà l’ ERETIKOS e la sua banda ….
    Gxxxx massonica ….

    Peccato non esserci quando FINALMENTE gli ARIANI si SVEGLIERANNO ….. ma si sveglieranno un giorno ???????

  2. Si lamentano sempre che vengono ghettizzati ma sono loro con i loro atteggiamenti e le loro assurde e talvolta schifose provocazioni ad AUTOGHETTIZZARSI!!

Commenta