Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 set – Se i talent show vi hanno stufato sappiate che in Cina, da oggi, alcuni saranno direttamente proibiti perché immorali in quanto promotori di una figura maschile svirilizzata.



Cina, guerra ai talent show “immorali”

Lo ha comunicato l’Amministrazione nazionale per la radio e la televisione (Nrta), ente che reola le trasmissioni radiotelevisive di Pechino. Stando a quanto riporta  Hong Kong free press, è solo l’ultimo intervento del governo cinese contro un certo genere di “cultura pop” che porterebbe i giovani ad intraprendere percorsi sbagliati in quanto propagandano esempi sbagliati per loro.Tra questi programmi, i talent show, molto popolari, sembrano essere il giusto capro espiatorio: per il Partito comunista sarebberp “scadenti modelli culturali trasmessi”. “Le istituzioni televisive dovrebbero trasmettere più spettacoli di varietà e reality show”, ha raccomandato la Nrta.

Black Brain

Sotto accusa anche gli influencer

Sempre l’ente regolatore delle trasmissioni televisive in Cina ha messo sotto accusa i programmi che tramandano “estetiche anormali”, delegate agli “influencer volgari”, e ai personaggi dalla “morale decadente”. Sempre secondo i media di Hong Kong,poiché la natalità in Cina sarebbe in ribasso, le autorità starebbero correndo ai ripari imponendo alla televisione di “promuovere una cultura tradizionale cinese e socialista”. La scorsa settimana, l’autorità di regolamentazione cinese di Internet ha annunciato un giro di vite contro quella che viene definita una “ossessiva ammirazione delle celebrità”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. i cinesi si mangeranno il mondo…
    hanno le idee giuste.

    e noi se continuiamo a dare retta a buonisti,sinistrati e political correct,
    finiremo nella pattumiera della storia.

  2. Molto semplicemente il capitalismo di Stato cinese saccheggia rozzamente, non ha ancora bisogno di lavorare così di fino. Soprattutto per volontà e responsabilità extra Cina.

Commenta