Roma, 19 mag – Finalmente George W. Bush si è cosparso il capo di cenere e ha deciso di condannare l’invasione americana dell’Iraq, da lui stesso voluta. Finalmente, già, non fosse in realtà una clamorosa gaffe. “L’assenza di equilibri e contrappesi (in Russia) ha consentito a un uomo di far partire l’invasione del tutto ingiustificata e brutale…dell’Iraq“, ha infatti dichiarato l’ex presidente degli Stati Uniti. Correggendosi subito così: “Volevo dire dell’Ucraina“. Gaffe clamorosa quindi. D’altronde “sono 75”, ha precisato Bush, intendendo i suoi anni, come a voler giustificare l’errore per via dell’età avanzata. Inevitabile l’ilarità suscitata tra i presenti.

Brutale invasione dell’Iraq: la gaffe di Bush

A pubblicare su Twitter il video della gaffe di Bush, è stato il giornalista statunitense Michael Williams. L’ex presidente Usa è stato ripreso in video mentre parlava a Dallas, in Texas, durante un evento organizzato dal suo think tank alla Southern Methodist University. Poco prima di scambiare l’Ucraina con l’Iraq, Bush aveva paragonato Volodimir Zelensky a Winston Churchill.

Joe Biden non è insomma solo sulla strada delle topiche clamorose, anche gli ex inquilini della Casa Bianca dimostrano di saper scivolare alla grande.

 

Leggi anche: Biden non delude, gaffe in serie: scambia Russia con Ucraina e chiama ungheresi gli ucraini

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta