Roma, 19 mag – Elon Musk voterà repubblicano. Altra provocazione dell’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense, nel contesto delle polemiche per la sua (ancora in bilico) acquisizione di Twitter. Lo rende noto l’Ansa.

Elon Musk ai dem: “Ora voterò repubblicano”

Elon Musk lancia una stoccata polemica ai dem americani. E lo fa su Twitter, piattaforma che – ancora non si sa – potrebbe diventare di sua proprietà. Così scrive l’imprenditore: “In passato ho votato per i democratici perche’ erano (prevalentemente) il partito della gentilezza. Ma ora sono diventati il partito delle divisioni e dell’odio, quindi non posso piu’ sostenerli e votero’ repubblicano”. Un Musk aggressivo, che attacca i democratici autori, secondo lui, di una “campagna diffamatoria” nei suoi riguardi.

La polemica contro “Standard and Poor’s”

Non solo la vicenda Twitter scalda gli animi, ma anche la considerazione del patron di Tesla contro Standard and Poor’s. Musk lamenta il fatto che la sua azienda non sia finita nella lista dell’agenzia di rating alla voce delle migliori compagnie al mondo per ‘ambiente, impegno sociale e governance’. “Exxon è stata classificata decima e Tesla non c’è l’ha fatta”, ha scritto l’imprenditore. Poi ha sottolineato che sua compagna “è quella che per l’ambiente fa più di qualsiasi altra compagnia”. Standard and Poor’s, secondo Musk, “ha perso la sua integrità”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta