Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 25 gen – All’assalto al Congresso Usa del 6 gennaio scorso ha partecipato il fratello di un agente dei servizi segreti statunitensi che una volta guidava il team dell’ex first lady Michelle Obama.

Assalto al Congresso, il fratello Fairlamb

Secondo quanto apprende la Cnn Preston Fairlamb III è il fratello di Scott Fairlamb, un uomo che affronta cinque accuse collegate al suo presunto ruolo nell’insurrezione del Congresso, ed è un membro dei servizi segreti. Secondo il libro di memorie dell’ex presidente Usa Barack Obama, pubblicato nel 2018, l’uomo avrebbe “guidato un team” connesso al presidente.

Agente nel team Obama

“Tutti noi siamo cresciuti insieme ai nostri agenti nel corso del tempo. Preston Fairlamb guidava il mio team allora“, ha scritto Obama in Becoming. L’ex presidente ha anche partecipato alla cerimonia commemorativa del 2012 per il padre defunto di Fairlamb.

L’agente “non sapeva del fratello” al Congresso

L’avvocato di Scott Fairlamb, Harley Breite, ha detto alla Cnn che Preston Fairlamb III non era a conoscenza delle presunte azioni di suo fratello durante l’attacco al Capitol Hill: “Non era a conoscenza di nulla che il mio cliente avrebbe fatto quel giorno“, ha detto. La Cnn ha tentato più volte di raggiungere direttamente Preston Fairlamb III.

Più di 125 incriminati

Finora, il Dipartimento di Giustizia ha incriminato più di 125 imputati relativi ai disordini del Campidoglio. Molti degli accusati sono stati incriminati in base alle loro stesse dirette sui social network e, più in generale, alle foto e ai documenti scaturiti dai loro stessi smartphone.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta