Il Primato Nazionale mensile in edicola

Seoul, 13 lug — Gangnam Style proibita nelle palestre della Corea del Sud per contrastare la diffusione del Covid-19. Avete capito bene: la hit planetaria, lanciata nel 2012 della star del pop sud-coreano Psy, è stata bandita dai brani in scaletta nelle sale fitness dello Stato asiatico perché «colpevole» di avere un ritmo superiore ai 120 bpm (battiti al minuto): 132, per la precisione.



Gangnam Style bandita dalle palestre 

Oltre la soglia dei 120, fanno sapere le autorità sudcoreane, il rischio per chi si allena è che possa respirare troppo velocemente, diffondendo le tanto vituperate «droplets» (goccioline respiratorie). O spargere il proprio sudore durante i balli e gli esercizi di gruppo, come spinning o zumba. Sempre come misura di prevenzione, la velocità di marcia sui tapis roulant verrà limitata a 6 chilometri orari. Per chi è abituato a correre, 6 km/h equivalgono alla morte civile.  

La autorità sono irremovibili

Le autorità sudcoreane, dal canto loro, sono irremovibili: secondo i team di esperti governativi, infatti, praticare allenamenti intensi può esacerbare la diffusione della variante Delta del coronavirus — non v’è mascherina o distanziamento che tenga. «Perché preoccuparsi delle goccioline respiratorie quando tutti indossiamo la mascherina senza eccezioni?», si sfoga a The Korea Herald Jang, 32enne impiegato di Seoul che va in palestra quasi ogni giorno dopo il lavoro. «Ci obbligano ad indossare la mascherina mentre ci alleniamo, a controllare la temperatura prima di entrare e a fornire i nostri numeri di telefono. Ora vogliono pure che smettiamo di correre e ascoltiamo ballate? Cosa vogliono da noi? Il governo pretende che ingrassi e rinunci al mio stile di vita per seguire queste stupide regole».

Dal governo arriva la lapidaria risposta. «Quando si pratica la corsa, vengono emesse più goccioline respiratorie. Ecco perché stiamo cercando di limitare gli esercizi cardio pesanti», ha spiegato in un’intervista radiofonica Son Young-rae, portavoce del ministero della Salute e del Benessere. Ed ecco anche perché i battiti per minuto dovranno restare sotto i 120. Con buona pace degli estimatori di Gangnam Style.  

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta