Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 3 apr – La pandemia di coronavirus dilaga paurosamente con oltre un milione di contagiati e più di 53 mila vittime in tutto il mondo e la situazione negli Stati Uniti sempre più allarmante con 1.169 nuovi decessi in 24 ore. Intanto in Europa, il Regno Unito registra 569 morti in 24 ore e anche la Germania supera la Cina per numero di positivi ufficiali. Si estende senza controllo l’epidemia in Spagna, dove viene superata la soglia dei 10 mila morti, poco meno del 10% del totale delle persone conteggiate come positive, segno che i contagiati sono molti di più. Un altro dato impressionante, su scala globale sono quasi quattro miliardi le persone che si trovano in quarantena. Secondo i dati forniti dalla John Hopkins University, attualmente l’Italia rimane il primo Paese per numero di decessi, per un totale di 13.915, seguita dalla Spagna con 10.003. Gli Stati Uniti si trovano al primo posto per numero di contagiati, con oltre 245 mila casi.

Usa: nuovo record di decessi, 1.169 in un giorno

Negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono morte 1.169 persone per Covid-19, un triste record su scala globale da quando è scoppiata la pandemia. Il dato peggiore finora era stato quello dell’Italia del 27 marzo, quando in sole 24 ore erano stati registrate 969 vittime. I contagiati americani sono ora più del doppio rispetto a quelli italiani, mentre le vittime in tutto il Paese (330 milioni di abitanti) sono oltre 6 mila, con un raddoppio ogni tre giorni. Il Wyoming è l’unico Stato a non aver registrato alcun morto. Lo Stato più colpito è quello di New York: secondo l’ultimo aggiornamento fornito dal governatore Andrew Cuomo, ci sono almeno 92.381 casi di coronavirus e 2.373 vittime, di cui 432 nelle ultime 24 ore. Una situazione che ha richiesto il ricorso a obitori mobili per gestire il grande numero di cadaveri. La gravità della situazione ha spinto il presidente Donald Trump ad affidarsi nuovamente alla legge di guerra degli anni ’50, la Defense Production Act, per facilitare la produzione e la fornitura di respiratori.

Spagna: i contagi salgono a 112 mila, 950 nuovi decessi in 24 ore

In Spagna le vittime sono 10.003, con 950 nuovi decessi in 24 ore. Crescono ancora i contagi: 8.102 nelle ultime ore per un totale di 112 mila, a quanto riferiscono le autorità sanitarie spagnole. Il giorno prima i contagi erano stati quasi 9 mila. Il ministro della Sanità di Madrid, Salvador Illa, afferma: “Abbiamo raggiunto il picco della curva, e stiamo iniziando la fase di rallentamento“. La Spagna, appena arriveranno le omologazioni, dovrebbe avere a disposizione 400 ventilatori polmonari al giorno: 100 saranno prodotti quotidianamente da Hersill, azienda con sede nei pressi di Madrid, e 300 dalla casa automobilistica Seat. Ma le strutture sanitarie sono al limite del collasso.

Regno Unito: nuovo picco di decessi, 569 in un giorno

Sale di altre 569 vittime in 24 ore il bilancio sempre più pesante nel Regno Unito, dove i morti registrati in ospedale sono 2.921. È l’aumento più alto da quando è scoppiata l’epidemia nel Paese, dove per il terzo giorno consecutivo si registra un record nell’incremento dei decessi. Secondo i dati del ministero della Salute, il bilancio delle vittime si è quasi quadruplicato negli ultimi sei giorni, rispetto ai 759 morti del 27 marzo. I contagi sono saliti di altri 4.244 casi, per un totale di 34 mila. Il premier Boris Johnson, che è positivo e continua ad avere “moderati sintomi”,  promette test sulla popolazione “in maniera massiccia”.

Anche la Germania supera la Cina per numero di contagiati ufficiali

In base ai dati ufficiali, nonostante una popolazione di 82 milioni di abitanti, resta meno colpita la Germania, con 1.074 morti a fronte di 84.600 casi totali, che quindi superano quelli della Cina e della Francia, dove c’è però un numero quattro volte maggiore di decessi (4.500). Non è chiaro quindi se i numeri reali dell’epidemia siano sottostimati o se davvero è tutto merito dell’aver effettuato tamponi a tappeto. Intanto aumentano i contagi (2.300) tra medici e personale sanitario in prima linea.

Ludovica Colli

1 commento

  1. Sapete quante persone muoiono ogni anno negli USA per errori dei medici ?
    Circa 250.000.
    Vi sembra una cifra da bufala?
    Fate una ricerca accurata su siti accreditati e fatemelo sapere.

Commenta