Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 nov – Lo strano caso di Elon Musk e dei quattro tamponi Covid. Il Ceo di Tesla ha fatto sapere tramite Twitter di essersi sottoposto, nella giornata di ieri, giovedì 12 novembre, a quattro test per il Covid-19 e che due sono risultati positivi, mentre altri due si sono rivelati negativi. Il miliardario ha spiegato di avere i sintomi di un «tipico raffreddore. Finora niente di insolito».

Uno strano risultato

Il magnate, che alcune volte ha espresso perplessità riguardo la reale pericolosità del coronavirus – qualcuno lo definirebbe «negazionista» – ha quindi messo in discussione l’accuratezza dei tamponi. «Sta succedendo qualcosa di estremamente fasullo», ha twittato commentando gli esiti, «stessa macchina, stesso test, stessa infermiera. Antigene rapido test da BD».

Due tipi di test covid

Secondo quanto si apprende dal tweet, i 4 test apparterrebbero alla categoria dei test antigeni rapidi, capaci di dare il risultato in pochi minuti. Questa tipologia è basata sulla ricerca, nei campioni respiratori, di proteine virali (antigeni). Un esame che si differenzia dal tampone molecolare (Prc), generalmente considerato il più accurato, da cui, in caso di positività, emerge la presenza di geni virali maggiormente espressi durante l’infezione. L’analisi può essere effettuata solo in laboratori altamente specializzati, individuati dalle autorità sanitarie, e richiede in media dalle 2 alle 6 ore dal momento in cui il campione viene avviato alla procedura di laboratorio.

Scatta la polemica

Musk ha quindi fatto sapere di essersi sottoposto anche al test di reazione (Prc) in un altro laboratorio e di essere in attesa del risultato del tampone nelle prossime 24 ore. «Se capita a me può capitare anche agli altri. Sto facendo i test in laboratori diversi, i risultati arriveranno entro 24 ore», ha specificato.  Nel frattempo è scattata la polemica su Twitter, dove molti utenti hanno risposto polemicamente a Musk, accusandolo di essere un irresponsabile che semina dubbi sul coronavirus.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta