Il Primato Nazionale mensile in edicola
Roma, 19 giu – La società Americana Quaker Oats, che produce tra le altre cose sciroppo d’acero e preparato per pancake, ha deciso di eliminare per sempre l’immagine della donna afroamericana, Aunt Jemima, che campeggiava da 130 anni sulle confezioni dei suoi prodotti. La stessa scelta è stata replicata dalla B&G Foods con la sua crema d’avena istantanea:

a scomparire sarà il disegno del volto di un sorridente cuoco di colore. La medesima sorte è toccata all’iconica «facciona» dell’anziano nero sulle confezioni del riso Uncle Ben’s (noto anche in Italia).

Indovinate qual è stata l’alta motivazione che ha portato a questo colpo di spugna? Secondo il Black lives matter – sempre loro – queste immagini rinfocolerebbero stereotipi razzisti. Per cui si ritiene sia meglio obliarli del tutto. Le immagini, ben lungi da essere caricaturali o stilizzate – senza quindi assumere una connotazione razziale parodistica – riproducevano semplicemente delle persone di colore. La psicosi iconoclasta degli antirazzisti, quindi, si abbatte anche su alcuni dei simboli della cultura culinaria americana, cancellandone i volti.
Volti che – se vogliamo considerare la questione da un punto di vista squisitamente commerciale – erano stati concepiti per vendere il prodotto e rappresentare calore, gentilezza, senso di casa, quindi uno stereotipo sì, ma positivo e legato proprio a dei volti di colore. Come si può poi combattere il razzismo rimuovendo le faccia di afroamericani da simboli culinari di un Paese? Una cosa è certa, alla fine non potranno più lamentarsi che i neri sono sottorappresentati nell’industria pubblicitaria. O forse sì, se gli gira. Del resto,  il problema dell’assoluta mancanza di coerenza non ha mai fatto perdere il sonno ai gendarmi del politicamente corretto.
Cristina Gauri

4 Commenti

    • Signor BLM (Black Live Matter suppongo), così lei non fa altro che dimostrarci che abbiamo ragione su quelli come voi, cioè che siete violenti ed estremamente ignoranti.

  1. E evidente che le elites occulte vogliono creare ulteriori divisioni tra i dominati per schiavizzarli meglio.Ora viene la razza ma già avevano finanziato negli anni 50 il femminismo per dividere tra i sessi .La stessa l’immigrazione selvaggia serve a creare conflitti tra le varie religioni nel momento in cui fai invadere paesi cristiani da masse musulmane spesso intolleranti ed oggi in Francia addirittura muniti a volte di mitra come i fatti di Digione mostrano

Commenta