Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il Cairo, 29 dic – Due attentati con un unico obiettivo: colpire i cristiani copti. Nove persone sono morte oggi in Egitto, sei civili e un poliziotto nel primo attacco contro la chiesa Mar Mina di Helwan, a sud del Cairo, altre due in un negozio che ha subito un altro attacco nello stesso quartiere. Secondo il ministero dell’Interno egiziano, a compiere l’attentato terroristico contro la chiesa è stato un uomo armato a bordo di una motocicletta, che ha tentato di superare il perimetro di sicurezza intorno all’edificio religioso. Le forze di sicurezza egiziane presenti sul posto hanno impedito al killer di compiere una carneficina ancora più pesante e il terrorista è stato arrestato.



Non è ancora chiaro invece chi ha compiuto l’attacco al negozio non lontano dalla chiesa di Mar Mina, le autorità cairote ipotizzano però che si tratti di attentatori facenti parte dello stesso commando. Si tratta comunque dell‘ennesimo attentato, questa volta duplice, contro i cristiani d’Egitto. Il più sanguinoso è avvenuto durante la domenica delle Palme, quando venne colpita la cattedrale di San Marco ad Alessandria e quella di San Giorgio a Tanta, ed è stato rivendicato dall’Isis. In vista delle celebrazioni del Natale copto, che quest’anno si festeggia il 7 gennaio, le autorità temono un’offensiva sempre più crescente da parte dei terroristi. Dal dicembre 2016, gli attentati contro i copti hanno provocato in Egitto circa 100 morti e centinaia di feriti.

Alberto Palladino

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Bastardi salafiti infami islamici! Altro che costruire moschee e centri di propaganda islamica. Facciamo pascolare maiali sulle terre destinate ai musulmani mettiamoci in difficoltà devono sapere che non li vogliamo tra noi, non ne abbiamo bisogno e siamo stufi di pagare le attenzioni che gli italiani in difficoltà non hanno. Vadano in Marocco Arabia Turchia o all’inferno ma non in Italia.

  2. Ricordo ai cari lettori che i fratelli mussulmani che in Egitto predicano la dittatura islamico-maomettana sono gli islamici moderati a cui il pd ha donato soldi e moschee in quantità……. In Egitto si dimostra ancora una volta come l’slam significhi per noi poveri sudditi governati da mentecatti un grave pericolo per la nostra libertà….i cristiani nella terra dei vetusti faraoni sono oramai perseguitati e decimati ma i piddini continuano a farne arrivare a vagonate di risorse islamico/ tribali che naturalmente ci annienteranno quando saranno in maggioranza….grazie comunisti, grazie pd ,grazie a voi e alle vostre primavere arabe del cavolo.

Commenta