Il Primato Nazionale mensile in edicola

New York, 7 ott – Facebook ha rilasciato una dichiarazione martedì annunciando che bandirà tutte le pagine, i gruppi e gli account Instagram che diffondo la teoria della cospirazione QAnon.

QAnon nel mirino dell’Fbi

Durante gli ultimi tre anni, i sostenitori della teoria QAnon hanno abbracciato una serie di tesi diverse tutte volte a combattere il “deep state” che vorrebbe minare la leadership di Trump e ora la sua eventuale rielezione. Secondo la Cnn, l’anno scorso l’Fbi avrebbe ammonito a non prendere sotto gamba i seguaci di QAnon, sostenendo che costituirebbero una minaccia simile al terrorismo.

Quando Trump elogiò QAnon

Ad agosto, Trump ha elogiato i seguaci di QAnon per averlo sostenuto. “Non so molto del movimento a parte il fatto che capisco che gli piaccio molto, cosa che apprezzo”, ha detto Trump nella sala riunioni della Casa Bianca. Facebook ha assunto diversi impegni per vietare a determinati gruppi e contenuti di diffondersi già in passato: sempre ad agosto, l’azienda di Menlo Park ha chiuso migliaia di account su Facebook e Instagram che promuovevano la teoria del complotto di QAnon, sostenendo che quegli account e quei gruppi avrebbero istigato alla violenza.

Ilaria Paoletti

Commenta