Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 apr – Si aggiunge un nuovo capitolo alla damnatio memoriae social che si è abbattuta contro Donald Trump in seguito all’assalto di Capitol Hill avvenuto il 6 gennaio scorso: Facebook ha infatti rimosso un video dell’ex presidente degli Stati Uniti dalla pagina di sua nuora, Lara Trump. La donna, sposata con il figlio del tycoon Eric e commentatrice di Fox News, aveva pubblicato una clip di anteprima a un’intervista a Trump, che il social ha prontamente rimosso.



Facebook rimuove anche i video di Trump

Così come Twitter, che ha bannato permanentemente e senza appello il tycoon dalla propria piattaforma, anche il social di Zuckerberg aveva sospeso l’account di Trump in seguito alla rivolta dei suoi sostenitori al Campidoglio di Washington. Nel motivare la decisione, Zuckerberg aveva specificato che «i rischi di consentire al presidente di continuare a utilizzare il nostro servizio durante questo periodo sono semplicemente troppo grandi». La questione relativa a un eventuale ritorno di Trump su Facebook è dibattuta da gennaio dal Facebook Oversight Board. Si tratta di una commissione «indipendente» che include ex politici, esperti di comunicazione e accademici ed è incaricata di prendere decisioni «indipendenti» sui contenuti. Alla luce di quanto accaduto, il verdetto dell’Oversight Board potrebbe essere imminente e non certo roseo per l’ex inquilino della Casa Bianca.

Black Brain

La reazione di Lara Trump

Per portare l’accaduto all’attenzione dei suoi follower Lara Trump ha pubblicato lo screenshot di una comunicazione ricevuta da Facebook in cui la si avvertiva della decisione di rimuovere il video. «In linea con il blocco che abbiamo posto sugli account Facebook e Instagram di Donald Trump, ulteriori contenuti pubblicati relativi a Donald Trump verranno rimossi e comporteranno ulteriori limitazioni», si legge in un’e-mail inviata da tale Katelyn. «Queste linee guida si applicano a tutti gli account e alle pagine della campagna, incluso il Team Trump, e altri diffusori della campagna Trump sulle nostre piattaforme». «Siamo un passo più vicini al 1984 di Orwell. Wow», ha commentato la donna.

Per tutta risposta la Trump ha pubblicato l’intervista per il suo programma online The Right View sulla piattaforma video Rumble, linkandola poi alla sua pagina Facebook.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta