Roma, 8 nov – Un alto funzionario del ministero della Cultura francese, responsabile del dipartimento risorse umane, è sotto accusa per episodi tanto surreali quanto osceni. L’uomo avrebbe infatti inserito un potente diuretico nelle bevande offerte ad alcune giovani donne che si presentavano nel suo ufficio per colloqui di lavoro. In pratica il funzionario diluiva le bevande con dosi di Furosemide, una medicina diuretica, per poi osservare le donne che urinavano davanti a lui. Non pago, il feticista avrebbe pure fotografato le scene.

Le denunce ignorate

A rivelarlo è il quotidiano Liberation, che ha raccolto la testimonianza di cinque donne intossicate. Secondo quanto ricostruito dal giornale francese, l’alto funzionario da diversi anni era noto negli ambienti del ministero per essere un “pervertito” che aveva l’abitudine di scattare foto alle donne, a loro insaputa. Diversi dipendenti del ministero avrebbero più volte allertato i superiori e la polizia, ma senza successo.

Nel 2015, una donna ha provato a presentare un reclamo dopo il “colloquio di lavoro” con il funzionario, ma il suo racconto sarebbe stato ignorato dalle autorità. Nel 2016, una delle vittime ha inviato lettere a Fleur Pellerin e Audrey Azoulay, ministri della Cultura, per denunciare la “situazione sessuale e umiliante” che aveva vissuto. Nello stesso anno, il “comportamento sospetto” del funzionario era stato nuovamente segnalato, ma sempre senza riscontri.

Alessandro Della Guglia

 

1 commento

Commenta