Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 giu – Via le mascherine all’aperto in Germania. A breve il governo tedesco provvederà a togliere l’obbligo di questo dispositivo protettivo, alla luce del forte calo dei contagi di Covid. Il governo tedesco intende procedere per gradi, con lo stop alle mascherine in un primo momento nei luoghi all’aperto e successivamente anche all’interno dei locali pubblici. In certi casi però si potrà procedere con la rimozione dell’obbligo sia all’aperto che al chiuso. A renderlo noto è il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn.



“Di fronte al calo dei casi dovremmo procedere per gradi. Un primo passo può essere la fine dell’obbligo della mascherina protettiva nei luoghi aperti”, dice il ministro alla Funke Mediengruppe. Ma “nelle regioni in cui l’incidenza è particolarmente bassa questo può avvenire anche all’interno. L’indicazione rimane comunque questa: in caso di dubbio meglio indossare la mascherina. Soprattutto quando si viaggia e negli incontri negli spazi interni”, specifica Spahn. Il ministro tedesco precisa comunque che “nessuna decisione” ufficiale “è stata ancora presa”. Sta di fatto che la Germania tra qualche giorno dovrebbe annunciare questo cambio di rotta, salvo clamorosi dietrofront. “Gli esperti scientifici dovranno decidere nel mese di giugno su un’evoluzione di questa regola”, dice il ministro della Salute tedesco.

Black Brain

Germania e Francia, stop alle mascherine all’aperto 

Spahn è infatti intervenuto sulla questione dopo le parole del direttore generale della Sanità transalpino Jerome Salomon, che ha annunciato stamani la fine dell’uso delle mascherine all’aperto dal 1 luglio in Francia. “Abbiamo un calendario coerente, progressivo, legato alla situazione, questo calendario i francesi lo hanno perfettamente compreso e rispettato e quindi se tutto va bene, revocheremo ancora una serie di obblighi il 30 giugno, se le condizioni lo consentono“, ha dichiarato Salomon. Il direttore della Sanità precisa in ogni caso che “il distanziamento sociale resterà, è importante: il lavarsi le mani, le distanze, il prestare attenzione nei grandi raduni”.

E in Italia? Perché non seguiamo l’esempio della Germania? Perché Speranza non ha fretta. Fosse per lui probabilmente questo passo verso il tornare a respirare si potrebbe pure ibernare. Si susseguono però le voci sulla possibile revoca dell’obbligo delle mascherine all’aperto a partire dal 15 luglio. Sempre che Speranza non metta il broncio.

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta