Il Primato Nazionale mensile in edicola

mein kampf hitler bestsellerMonaco, 3 gen – Il Mein Kampf di Adolf Hitler è uno dei bestseller tedeschi del 2016. Ristampato per la prima volta dopo 70 anni di divieto esattamente un anno fa, l’opera del fuhrer ha venduto ben 85 mila copie andando a ruba nelle librerie. Un successo oltre le aspettative, anche se già dalle 4 mila esaurite il giorno stesso della sua uscita un anno fa, si capiva che il libro di Hitler non sarebbe rimasto sugli scaffali delle librerie a prendere polvere. La notizia è riportata dall’agenzia tedesca Dpa, che si affretta a specificare come il volume abbia un importante profilo critico e storico, con quasi 2 mila pagine piene zeppe di commenti di studiosi che “contestualizzano” il testo nazionalsocialista.



“I dati di vendita ci hanno travolto”, ha detto Andreas Wirsching, direttore dell’Istituto di Storia Contemporanea di Monaco che ha curato la nuova edizione del Mein Kampf, specificando che ad acquistare questo volume “non sono gli estremisti di destra, ma lettori appassionati di storia e politica e moti accademici”. La Germania, non è una novità, ha qualche problema a fare i conti con il suo passato più discusso e così ogni volta che un’iniziativa legata al nazionalsocialismo e alla figura di Hitler riscuote un qualche successo, si avverte sempre la necessità di porre una qualche giustificazione di carattere storico, accademico o di “insegnamento ai posteri perché quell’orrore non possa più ripetersi”.

La realtà è che il successo, almeno commerciale, per le iniziative a tema Hitler o il Terzo Reich in genere, è assicurato, come dimostrato al botteghino da film come “Lui è tornato” e in libreria appunto dalla popolarità del Mein Kampf, passato in un solo anno da tabu a bestseller.

Davide Romano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Ariano di ceppo germanico o tedesco, possiamo confidare che parta da popoli con la spina dorsale come loro o gli slavi o i russi la giusta ripresa dell’Europa, noi italici e mediterranei siamo stati completamente rovinati dalla falsa e opportunistica costruzione del paese nel dopoguerra dai disonesti comunisti intoccabili divinità partigiane che hanno in un modo o nell’altro deciso di costruire un.paese di rammolliti senza identità alcuna.

Commenta