Il Primato Nazionale mensile in edicola

Istanbul, 3 gen – Le indagini finalizzate ad individuare il killer legato al’Isis e autore della strage di Capodanno a Istanbul proseguono incessanti. La tv turca Trt ha diffuso proprio oggi una foto del presunto attentatore, sarebbe un 28enne con passaporto del Kirghizistan, ex repubblica sovietica dell’Asia centrale. Individuato dalle autorità kirghise e interrogato, l’uomo però ha negato qualsiasi tipo di coinvolgimento con l’attentato che ha causato la morte di 39 persone e il ferimento di altre 70. “Solo somiglianza con il vero attentatore”, avrebbe dichiarato. La tv turca Trt che aveva diffuso inizialmente le foto del killer, ha provveduto a rimuoverle ma inevitabilmente gli scatti sono rimbalzati un po’ ovunque sui media internazionali e sui social network.

Intanto la corrispondente della britannica ITV, Sally Lockwood, riferisce che la famiglia del kirghiso identificato è stata arrestata e il quotidiano turco Cumhuriyet sostiene che i familiari sono stati fermati a Konya, in Turchia. La moglie, secondo il quotidiano, avrebbe dichiarato di aver appreso dell’attentato dalla televisione e di non sapere che il marito aveva simpatie per l’Isis. Sempre secondo Cumhuriyet il presunto terrorista e la sua famiglia sarebbero arrivati ad Istanbul lo scorso 20 novembre con un volo proveniente dal Kirghizistan. Per il giornale turco, l’uomo avrebbe combattuto in Siria tra le fila dello Stato islamico.

L’agenzia di stampa turca Dogan riferisce inoltre che all’aeroporto di Istanbul sono stati arrestati, nell’ambito dell’inchiesta relativa all’attentato, altri due stranieri la cui nazionalità non è stata rivelata. E secondo il quotidiano Hürriyet sarebbero 16 in totale gli arrestati nelle ultime ore, tutti considerati complici nell’attacco di Capodanno. Arresti avvenuti a Istanbul e a Konya, la città dove appunto sono stati fermati i famigliari del kirghiso accusato di essere il killer.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta