Roma, 17 nov – Il Ghana è una delle nazioni africane che più ha fatto per stimolare il proprio sviluppo. Una politica che sembra dare i suoi frutti: secondo il Fondo monetario internazionale quest’anno la sua economia è quella che crescerà di più al mondo con un balzo record dell’8,8%.

I numeri record del Ghana

Gli indicatori macroeconomici del paese sono positivi visto che dopo tanti anni il Ghana ha registrato un surplus nel commercio con l’estero, l’inflazione è scesa al 7,8% così come il deficit di bilancio dal 9,3% del 2017 al 4,5%, senza contare che sono stati presi provvedimenti anche per migliorare il sistema bancario.

Il merito di tutto questo va al governo e in particolare al suo presidente Nana Akufo-Addo, il quale ha lanciato la politica del “Ghana beyond aid” (“Il Ghana oltre gli aiuti economici”), aventi lo scopo di migliorare le condizioni del Paese non basandosi sugli aiuti economici provenienti dall’estero ma stimolando la crescita per linee interne.

In tale contesto sono nate politiche quali il “Planting for jobs”, avente lo scopo di stimolare il settore agricolo e la “One district one factory”, avente lo scopo di creare almeno una fabbrica in ognuno dei suoi 216 distretti per poter trasformare le materie prime in prodotti finiti e ottenere così maggiore valore aggiunto.

In questi anni sono state inoltre prese iniziative per offrire lavoro ai laureati e tra i risultati ottenuti ci sono l’assunzione di 59 mila insegnanti e 55 mila persone nel settore sanitario. Certo ancora molto resta da fare visto che i livelli di disoccupazione rimangono alti, ma il Ghana sta andando nella giusta direzione e ha ottime possibilità di diventare nei prossimi anni un Paese a medio reddito.

Giuseppe De Santis

3 Commenti

Commenta