Marine-Le-Pen-Leader-partito-politico-Front-NationalRoma, 2 dic – I poteri forti contro il Front National. Stavolta è Pierre Gattaz, presidente del Medef (la Confindustria francese) a lanciare l’allarme contro una possibile vittoria di Marine Le Pen.

Il programma economico del Fn, ha spiegato, è “l’opposto di quello che occorre fare per rilanciare la crescita economica del Paese. Non è un programma economico responsabile. Non è rivolto né verso l’avvenire, né verso la competitività”. Per Gattaz, il programma frontista “assomiglia a quello dell’estrema sinistra”, tanto da tracciare un parallelo tra Marine Le Pen e Jean-Luc Mélenchon del Front de gauche: “Estrema destra, estrema sinistra, è la stessa cosa: Mélenchon-Le Pen, stessa barricata”.


Poi, ovviamente, arriva la stoccata sull’immigrazione, alla quale, chissà perché, il grande padronato tiene sempre particolarmente: “Non si possono chiudere le frontiere. Il mondo guarda la Francia e non è chiudendoci in noi stessi che possiamo farcela. Non bisogna confondere i problemi sicuritari con quelli economici”.

A Gattaz ha replicato Florian Philippot, vicepresidente del partito: “Il signor Gattaz amerebbe poter delocalizzare a tutto spiano, amerebbe poter utilizzare la direttiva sul dislocamento dei lavoratori a piacimento, amerebbe che migliaia di migranti arrivassero per poterli utilizzare e portare avanti una politica antisociale. È questo il sogno di quell’iper-capitalismo, quell’iper-liberismo che è incarnato dal signor Gattaz”.

Giuliano Lebelli

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here