Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 mag – Chiunque si occupa di cooperazione allo sviluppo sa bene che il modo migliore di aiutare le nazioni africane è quello di creare opportunità – imprenditoriali, dunque lavorative – direttamente in loco. Fortunatamente sono molte le organizzazioni non governative che seguono questo tipo di approccio. Una di esse è la franco-senegalese Délégation Générale à l’Entreprenariat Rapide.



Tra i tanti progetti che la Ong ha finanziato è degna di nota un’iniziativa volta a creare posti di lavoro nelle aree rurali del Senegal. Così da impedire agli abitanti di queste zone di dover emigrare. Il progetto è partito da un prestito da 24mila euro che questo ente ha erogato ad alcuni agricoltori di Mlomp, villaggio che si trova nella regione meridionale di Casamance, impegnati nell’allevamento di… struzzi.

Black Brain

Struzzi: animali estremamente redditizi

Il vantaggio di questi allevamenti è che gli struzzi sono animali altamente profittevoli. Un po’ come per il maiale, niente di essi viene buttato via. La carne ad esempio è pregiata perché priva di grassi, le piume (raccolte già nei primi mesi di vita) sono utilizzate nella realizzazione dei piumini. Non solo: gli escrementi vengono usati come fertilizzante e anche la pelle e il grasso trovano un mercato. Per capire quanto siano redditivi basti pensare che la carne di struzzo viene venduta a circa 12 euro al kg. Un litro di grasso invece – ogni struzzo macellato ne può produrre quasi 30 – a oltre 70 euro, spiega Ousseynou Sambou, uno dei responsabili della struttura.

Leggi anche – Un Senegal a trazione rinnovabile per garantire a tutti l’accesso all’elettricità

Al momento la domanda per la carne di struzzo è bassa perchè poco conosciuta. Tuttavia, stanti i suoi valori nutritivi, esistono ottime possibilità di crescita già nel prossimo futuro. Un elemento positivo, perché il villaggio di Mlomp dipende da questo tipo di allevamenti, che potrà così produrre buoni risultati nel medio termine.

Giuseppe De Santis

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta