Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 set – Ci sono dei casi nei quali emerge in modo particolarmente chiaro il grado di ipocrisia della politica e l’incapacità di chi detiene il potere decisionale di riconoscere l’erroneità delle proprie scelte. Oggi per Joe Biden è una di queste occasioni. Perché a distanza di vent’anni dall’attentato alla Torri Gemelle le scellerate scelte della politica occidentale hanno aumentato, e di molto, il potere e la risonanza mediatica a livello globale di cui godono oggi i talebani.



Il rapido fallimento di Joe Biden

Oggi l’America ha tre motivi per piangere:per le vittime di quell’11 settembre, per le vite perse nel combattere inutilmente i talebani e per l’esito della guerra, che è stato disastroso. Non solo dunque l’offesa, ma anche la sconfitta. Eppure, malgrado questo esito, niente si muove. Joe Biden ha la faccia tosta di rimanere dov’è, quando un atto non solo di correttezza ma anche di decenza politica consisterebbe nelle sue immediate dimissioni da Presidente Usa. E lo stesso dicasi delle forze alleate: quanti servizi sui canali televisivi sono già passati – e passeranno – relativi alla caduta delle Torri Gemelle, servizi strappalacrime, con la musichetta di sottofondo, con l’inquadratura degli occhi piangenti dei feriti. Tutte cose giuste per ricordare, per carità. Peccato che ci si dimentica di sottolineare che tutte quelle lacrime, quelle vite spezzate, non hanno ricevuto giustizia e non la riceveranno (almeno, in questo mondo).

Black Brain

Così, oggi, anziché la giornata del ricordo, dovrebbe essere la giornata in cui si fa un serio esame di coscienza circa ciò che l’Occidente è diventato e circa la sua effettiva capacità di reazione a fenomeni enormi quali il terrorismo, fenomeni costantemente sottovalutati da una certa classe politica, che crede che i fondamentalisti si lasceranno conquistare dalla nostra democrazia, dai nostri valori – quali esattamente, non si sa: ah sì, scusate, i diritti civili, come no.

Biden, il disastro afghano e la memoria corta

È probabile – è già stato detto – che il disastro afghano inciderà relativamente sulle future elezioni alla Presidenza Usa (si sa, gli elettori hanno memoria breve), ma non si sa mai. Quel che è certo è che se Joe Biden volesse davvero tentare di fare ammenda, di scusarsi davvero per la pessima gestione della ritirata, dovrebbe presentarsi col capo cosparso di cenere, inchinarsi al suolo, e tenere la testa ben piegata. Un gesto del genere non riporterebbe in vita le donne, i bambini, gli uomini, i giovani, gli anziani e tutti coloro che sono morti negli Stati Uniti e in Afghanistan. Non riporterebbe al mondo militari e civili – anche afghani innocenti – caduti nella guerra. Ma, almeno, sarebbe un segno di contrizione (autentica o meno, questo solo Biden può saperlo). Sicuramente, però, non sarà così, purtroppo.

Edoardo Santelli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Il problema è che #Biden come tutti è solo un burattino, i fili li tira la finanza,o meglio l’Elite finanziaria pochi paperoni.
    Fa quello che gli ordinano.

    L’elite finanziaria accumula soldi truffando polli, il vero valore delle azioni è il valore a libro il valore di borsa è aria fritta prodotta con articoli che sarebbero da art. 501 codice penale, e da che mondo e mondo chi ha più soldi muove il mondo.

    Ho più volte spu…to il sistema con cui fanno i soldi per controllare governi
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2014/03/08/levitazione-artefatta/
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2018/09/12/invisibile/
    e se nessuno con tutto il potere che ha è in grado di denunciarmi un motivo ci sarà.

    Indovinare tutti i giorni l’andamento di tutti i mercati finanziari mondiali come facevo già prima che mi buttasero definitivamente fuori da Twitter perché scomodo nel 2016 e faccio ora su social di nicchia
    https://plurk.com/m/u/Prof_Sconvolto
    sarebbe diversamente impossibile.

    Sono mercati truccati che sfruttano l’ignoranza e la cupidigia per arrichire i pochi che tirano le fila spennando la moltitudine.
    Mica per niente #Cuccia la massa di piccoli risparmiatori la chiamava “parco buoi”.

Commenta