sinjar yazidiBaghdad, 15 nov – E’ venuta alla luce dopo la riconquista da parte dei miliziani Curdi della città di Sinjar, una nuova fossa comune con i resti di 80 donne della minoranza Yazidi. La tragica scoperta è stata realizzata dai Peshmerga, nel nord-ovest dell’Iraq, dove ieri sono riusciti a strapparla alle milizie dello Stato Islamico.

A divulgare la notizia è stato il sito curdo “Rudaw”. Le vittime, a quanto sembrerebbe sono state assassinate nell’estate del 2014, proprio quando i jihadisti s’impadronirono di Sinjar, quando l’odio dei fondamentalisti si è riversato su una minoranza considerata da loro eretica.


Il sito “Rudaw” ha anche postato un video in cui mostra i resti degli oggetti appartenuti alle vittime (vestiti, scarpe, banconote) ritrovati nella fossa. Secondo il capo della sicurezza locale Qasim Simo, nell’area dovrebbero esserci una quindicina di fosse simili a questa. Già nell’agosto del 2014 erano stati trovati centinaia di cadaveri seppelliti in delle fosse nei dintorni della città di Sinjar.

Mauro Pecchia

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here