insediamento_h_partbGerusalemme, 5 nov – Il Patriarca Latino di Gerusalemme, Fuad Tawwal, si è recato a Betlemme per visitare un edificio di proprietà del Patriarcato demolito dall’esercito israeliano. “Siamo sconcertati da questa decisione” ha detto all’agenzia di stampa Ansa Issa Tawil, responsabile delle proprietà del Patriarcato, spiegando che il Patriarca era accompagnato dai consoli generali di Belgio e Italia. Secondo Tawil, l’esercito israeliano si sarebbe presentato “alle cinque della mattina della giornata di lunedì, avrebbe costretto la famiglia ad andare fuori dall’edificio nella quale risiedeva e avrebbe cominciato le manovre per la demolizione. I militari hanno impedito alla famiglia di contattare il Patriarcato sequestrandone i telefoni cellulari”. Tawil ha spiegato che per legge “avrebbero dovuto ricevere l’ordine di demolizione almeno quarantotto ore prima dell’arrivo dell’esercito”. L’edificio, secondo fonti del Patriarcato, è stato costruito prima del 1967 e quindi esentato, per la legge israeliana, da ogni ordine di demolizione. Il patriarcato ha inoltre fatto sapere che sta studiando tutte le opzioni legali per contestare la decisione dinnanzi alla Corte Suprema israeliana.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta