Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 25 mag – L’autrice di Harry Potter J.K. Rowling si è offerta di pagare lo stipendio annuale della persona che ha sull’account Twitter ufficiale del Servizio civile inglese accusando Boris Johnson di essere un “arrogante e bugiardo”.

Il tweet di insulti a Johnson

Il tweet è stato pubblicato mentre si teneva la conferenza stampa nel corso della quale il Primo Ministro ha difeso il suo consigliere, Dominic Cummings, accusato di aver violato lui stesso le regole del lockdown. Il tweet dell’account recitava: “Arrogante e offensivo. Riuscite a immaginare cosa significhi dover lavorare con questi bugiardi?“. Il tweet è rimasto online per nove minuti, durante i quali ha ricevuto 30.000 retweet.

The author has offered a year's pay to whoever tweeted from the Civil Service account calling Johnson 'arrogant'

Twitter users were dumbfound after the official account for the UK's Civil Service was seemingly used to take a swipe at the government in a tweet which featured the phrase 'truth twisters'

Non è chiaro se l’account del Servizio civile nazionale sia stato violato o se il messaggio sia stato pubblicato per errore da un membro del personale scontento. Un portavoce del governo ha confermato che era in corso un’indagine.

Rowling: “Voglio pagargli lo stipendio per un anno”

Ma la Rowling ha scritto su Twitter: “Quando scoprirete chi era, fatemelo sapere. Voglio dargli lo stipendio di un anno”. E ha aggiunto la mente dietro Harry Potter:  “Non ricordo una dimostrazione più chiara di disprezzo per il popolo da parte di un Primo Ministro in carica”. Johnson ha difeso Cummings dopo che quest ha fatto un viaggio verso la cittadina di Durham per assistere i figli durante il lockdown, quando sua moglie aveva sviluppato sintomi del coronavirus. La Rowling è sposata con un medico e anche lei ha sofferto di sintomi di coronavirus.

Ilaria Paoletti