Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 apr – Lia Quartapelle, deputata renziana del Pd, ex membro della Trilateral, attacca su Twitter Matteo Salvini, colpevole di non voler bombardare Assad e il popolo siriano: “Vi ricordate quello slogan della Lega “Prima gli italiani”? A forza di rilanciare propaganda russa dovranno cambiarlo in “Prima la Russia” Ps quando Salvini avrà finito con la propaganda ci spieghi che farebbe per sanzionare le violazioni dei diritti umani in Siria”.
Pronta la replica del leader della Lega: “Notizie false per sganciare altre bombe? Basta guerre, grazie!”
Salvini a supporto della sua posizione aggiunge un link a un articolo di Analisi Difesa, dall’esplicativo titolo “Siria: le ‘fake news’ sulle armi chimiche per creare il casus belli?“, in cui si sottolinea come lo schema-Iraq sia riproposto anche in questo caso (così come aveva già fatto Obama): gli Usa vogliono attaccare Assad (difeso da Putin) e si inventano ogni scusa possibile per farlo.
Fa specie che la Quartapelle, guardandosi bene dal parlare di intervento militare, accusa Salvini di dare credito alla propaganda russa e quindi di essere contro le democraticissime bombe Usa-Nato (invocate da Israele) che purtroppo presto potrebbero colpire la Siria.
Insomma, il leader della Lega è il cattivo perché dice “Basta guerre”. La deputata dem (e l’apparato di chiaro stampo sorosiano da cui proviene) invece sarebbero i buoni, perché vogliono sanzionare (leggasi bombardare) Assad. E non, badate bene, i tagliagole jihadisti rimasti a Douma.
Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Le persone come questa sopra sono marionette difettose, vedo che essere stupidi tra i giovani è di moda, specialmente se ben pagati. Perché non organizzano una bella marcia a favore della guerra in Siria? Voglio vedere se “gente” come questa ed ex cariche dello stato-mai votate-hanno la faccia di melma di presentarsi…ammasso informe di ignoranza.

Commenta