Roma, 27 mag – Nessuno spiraglio, la pace in Ucraina appare sempre più un miraggio. I russi continuano l’avanzata nel Donbass e gli Stati Uniti continuano a inviare armi a Kiev. Quanto riportato dalla Cnn apre uno scenario ancora più drastico che potrebbe ulteriormente infiammare la situazione sul campo: la Casa Bianca si prepara a spedire missili a lungo raggio a Kiev. Per l’emittente americana, l’amministrazione Biden si appresta infatti a inviare in Ucraina “sistemi missilistici avanzati a lungo raggio che sono la principale richiesta dei funzionari ucraini in questo momento”. Washington “è favorevole all’invio dei sistemi come parte di un più ampio pacchetto di assistenza militare e di sicurezza, che potrebbe essere annunciato già la prossima settimana”.

Cnn: “Biden invia missili a lungo raggio in Ucraina”

Sempre secondo la Cnn, alti funzionari ucraini, tra cui lo stesso presidente Volodymyr Zelensky, hanno difatti chiesto agli Usa e ai loro alleati il Multiple Launch Rocket System, o Mlrs: “I sistemi d’arma fabbricati negli Stati Uniti possono sparare una raffica di razzi per centinaia di chilometri – molto più lontano di qualsiasi altro sistema già presente in Ucraina – e secondo gli ucraini potrebbe essere un punto di svolta nella loro guerra contro la Russia”, riporta l’emittente statunitense, specificando che “l’amministrazione Biden ha rinunciato per settimane tuttavia all’opportunità di inviare i sistemi viste le preoccupazioni sollevate all’interno del Consiglio di sicurezza nazionale che  che l’Ucraina potesse utilizzare i sistemi per effettuare attacchi offensivi all’interno della Russia“. Adesso però la Casa Bianca, considerata l’avanzata russa, avrebbe cambiato ideata. Anzi, ha deciso di alzare ancora di più l’asticella della “potenza di fuoco” da consegnare nelle mani di Kiev. Prova ne sia la decisione di inviare anche un’altra potente arma, richiesta anch’essa dall’Ucraina. Si tratta dell’High Mobility Artillery Rocket System, Himars, un sistema missilistico di artiglieria ad alta mobilità.

Kiev: “Temiamo attacchi da territorio Bielorussia”

Nel frattempo l’esercito ucraino afferma di temere “attacchi missilistici russi dal territorio della Bielorussia”. Secondo lo Stato maggiore delle Forze armate di Kiev “sono in corso misure per rafforzare la protezione del confine bielorusso-ucraino”, ha riferito lo Stato maggiore delle Forze armate ucraine nel suo ultimo aggiornamento. Mentre il presidente ucraino Zelensky sostiene che la Russia vuole compiere un genocidio nel Donbass e di voler ridurre le sue città “a cenere”. “Tutto questo inclusa la deportazione del nostro popolo e l’uccisione di massa di civili è una evidente politica di genocidio perseguita dalla Russia”, ha dichiarato Zelensky durante il suo discorso quotidiano in tv.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta