Home » La sinistra è scomparsa anche in Grecia. E in Parlamento entrano gli Spartani nazionalisti: ecco chi sono

La sinistra è scomparsa anche in Grecia. E in Parlamento entrano gli Spartani nazionalisti: ecco chi sono

by Alessandro Della Guglia
3 comments
spartani, grecia

Roma, 26 giu – Cari compagni, ci resta solo la Spagna, per ora. Con la batosta rimediata in Grecia, la sinistra sembra scomparsa dai radar più o meno in tutta Europa. In parole povere non viene più considerata credibile dagli elettori. I risultati delle elezioni di ieri sono decisamente emblematiche: il partito di centrodestra Nea Dimokratia ha ottenuto il 40,52%, assicurandosi 158 seggi in Parlamento (su 300), e il partito di sinistra Syriza di Alexis Tsipras si è fermato 17,84%, assicurandosi soltanto 48 seggi. Seguono i socialisti del Pasok, l’11,85% dei voti e 32 seggi, i comunisti del Kke con il 7,69% dei voti e 20 seggi e il partito nazionalista Spartiates, che ha superato la soglia di sbarramento con il 4,64%, ottenendo 12 seggi. Per la prima volta superano lo sbarramento anche l’altro partito nazionalista Niki (Vittoria), con il 3,69% e 10 seggi e il Partito “antisistema” Rotta di Libertà, con il 3,17% dei voti e otto seggi. Ma chi sono gli Spartani nazionalisti?

Grecia, chi sono gli Spartani nazionalisti

Il partito nazionalista Spartiates viene definito dai detrattori “ultranazionalista” e “ultraconservatrice”. In realtà, gli Spartani entrati in Parlamento si definiscono semplicemente di “destra patriottica popolare”, e portavoce di un “sano nazionalismo greco”. Secondo loro, le tradizioni dell’ellenismo sono attualmente assenti dalla vita pubblica ed è necessario porsi come un “vero baluardo che porrà fine al declino e alla svendita della Grecia e dei cittadini greci ”.

Il partito è stato fondato nel 2017 da Vassilis Stingas e a queste elezioni è stato sostenuto da un ex leader di Alba Dorata, Ilias Kasidiaris, il quale ha cercato di candidarsi già alle politiche del 21 maggio ma è stato bloccato dalla Corte Suprema. “Dopo tanto tempo, una voce nazionalista sarà in Parlamento”, ha detto Stigas citato dal quotidiano Ekathimerini dopo il risultato centrato. “Vorrei ringraziare Ilias Kasidiaris per il suo importante aiuto, è stato il carburante che ci ha dato lo slancio per raggiungere questo risultato”, ha precisato, riferendosi all’ex esponente di Alba Dorata che nei giorni scorsi ha espresso il suo sostegno agli Spartani.

Alessandro Della Guglia

 

 

You may also like

3 comments

In Grecia entrano in Parlamento gli "Spartani": ecco chi sono gli ultra nazionalisti sostenuti da Alba Dorata - Rassegne Italia 26 Giugno 2023 - 11:11

[…] Leggi la notizia su Il Primato Nazionale Precedente […]

Reply
Germano 26 Giugno 2023 - 12:36

La sinistra è scomparsa in Grecia, scomparirà in Spagna, in Francia, in Germania dove l’AfD ha superato l’SPD ma il problema è che la destra dopo decenni arriva come in Italia e non cambia nulla. NULLA.
Cosa ha fatto la destra in Italia di tutto quello che aveva promesso e che ci aspettavamo? L’immigrazione? Criminalità? Sicurezza? NULLA! Continuano a governare Soros e Bill Gates grazie ai corrotti dei politici.

Reply
Konstantinos Boviatsos 26 Giugno 2023 - 6:57

Purtroppo non è tutto oro quel che luccica. Sono neonazionalisti, sono antifascisti dichiarati, tanto liberal, il loro p[ortavoce e’ un Rotary , invitato sempre nelle cene e nei gala del Governo, gente senza idee, programma che dicono anche che…ben accetati i nostri elettori elettori indipendentemente dal colore. Sono semplicementer gente di destra, che vogliono una tranquillita, e hanno un amore per la polizia e ovviamente non hanno da fare con il nazionalismo quello che NOI vogliamo!

Reply

Commenta

Redazione

Chi Siamo

Il Primato Nazionale plurisettimanale online indipendente;

Newsletter

Iscriviti alla newsletter



© Copyright 2023 Il Primato Nazionale – Tutti i diritti riservati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: