Il Primato Nazionale mensile in edicola

premier turcoBruxelles, 7 mar – La Turchia batte cassa e chiede altri soldi per la gestione dei profughi. Al vertice di Bruxelles all’ultimo minuto Ankara ha avanzato la richiesta di ulteriori finanziamenti oltre ai 3 miliardi stanziati dall’Ue a novembre 2015. In realtà la pretesa turca non sorprende più di tanto, considerando che il primo ministro Ahmet Davutoglu nel faccia a faccia di fine gennaio scorso aveva già richiesto “più soldi” alla cancelliera tedesca Angela Merkel per ridurre il flusso di immigrati verso l’Europa. Al vertice di Bruxelles il premier turco non ha perso tempo per chiedere inoltre l’ingresso nell’Unione Europea della Turchia, a suo avviso fondamentale anche per risolvere il problema profughi. A ben vedere quindi Ankara utilizza la questione immigratoria come arma di ricatto nei confronti dell’Ue e non ci gira neanche troppo intorno.

I profughi attualmente ospitati in Turchia sono in gran parte cittadini siriani per i quali l‘Ue non ha mai pensato di stanziare fondi da destinare direttamente a Damasco. Sarebbe stata la scelta più opportuna, visto che soltanto nella regione di Latakia, confinante con la Turchia, quasi un milione di profughi interni in fuga dalle zone occupate dai jihadisti sono ospitati da anni in strutture allestite dal governo siriano e che Assad più volte ha chiesto finanziamenti ai paesi europei per aiutarli a rimanere nella loro terra. Invece no, ci siamo affrettati a chiudere le ambasciate in Siria, porre l’embargo per gli aiuti salvo poi accusare Damasco dei peggior crimini umanitari e adesso ci ritroviamo a finanziare la Turchia. La stessa Turchia che ha creato un confine poroso, facendo di fatto entrare in Siria migliaia di terroristi la cui folle guerra è la causa prima del problema profughi. Stiamo insomma assistendo all’ennesimo capolavoro politico dell’Unione Europea.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Tante storie quando Gheddafi chiedeva e controllava e combatteva quell cancro che gestisce gli scafisti ed ora silenzio alle pretese della Turchia ? Pure in bambino di 10 anni capirebbe ……

Commenta