Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 gen – Continua l’espansione di Leonardo nel mercato statunitense della difesa. Attraverso la controllata AgustaWestland Philadelphia Corp, il gruppo si è aggiudicato un contratto iniziale, del valore di 176.5 milioni di dollari, presso il Dipartimento della Difesa USA per la produzione e la consegna di 32 elicotteri TH-73A, unitamente a un pacchetto iniziale di parti di ricambio, supporto ed equipaggiamento dedicato oltre a servizi di addestramento per piloti e tecnici addetti alla manutenzione.

Battuta l’agguerrita concorrenza

Questo contratto, coperto con fondi del Fiscal Year 2020 assegnati alla U.S. Navy, è stato aggiudicato a seguito di gara con altri quattro concorrenti del calibro di Bell Textron ed Airbus Helicopters. Le attività produttive saranno principalmente eseguite presso lo stabilimento Leonardo di Philadelphia e saranno portate a termine nell’ottobre 2021.

Il contratto base iniziale fa parte di una commessa più grande, il cui valore totale è pari a 648,1 milioni di dollari, per l’acquisto di 130 aeromobili. Le consegne degli elicotteri è previsto inizino nel 2020 e a continuare fino al 2024.

La soddisfazione di Leonardo

Palpabile l’entusiasmo dalle parti di Piazza Monte Grappa. Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, ha dichiarato: “Con una presenza quasi quarantennale a Philadelphia, siamo orgogliosi di esser stati scelti dalla U.S. Navy come suo nuovo partner in questo programma con il nostro elicottero TH-119. Siamo fieri di poter dare un contributo importante al futuro della difesa degli Stati Uniti”.

Gian Piero Cutillo, direttore operativo Leonardo Helicopters, ha aggiunto: “La notizia di oggi è una chiara conferma della nostra capacità di offrire soluzioni in grado di definire nuovi standard per l’addestramento. Siamo pronti a lavorare con la U.S. Navy per garantire che i futuri piloti vengano formati al meglio per soddisfare tutti i futuri requisiti operativi”.

Gli ha fatto eco William Hunt, di Leonardo Helicopters Philadelphia: “Il nostro obiettivo è stato fin dall’inizio quello di offrire alla U.S. Navy le capacità di addestramento richieste, senza alcun compromesso rispetto all’aspettativa del cliente. Siamo onorati di poter dar seguito a tale promessa, di poter costruire la nuova flotta di elicotteri a Philadelphia e di supportarla con i nostri servizi di manutenzione da Milton in Florida”.

“Un successo di squadra”

Entusiasmo anche oltreoceano. “La giornata odierna rappresenta un importante successo di squadra per l’acquisizione e la fornitura di un elicottero d’addestramento per la prossima generazione di piloti di elicotteri e convertiplani della Marina, del Corpo dei Marines e della Guardia costiera”, ha dichiarato James F. Geurts, assistente segretario della Marina per la ricerca, sviluppo e acquisizione. “Sono orgoglioso del lavoro ‘aggressivo’ che il team ha svolto per sfruttare la base industriale commerciale al fine di garantire questa capacità ai combattenti e alla nostra nazione, al miglior valore per il contribuente. Questo sforzo è fondamentale per garantire la prontezza dei nostri aviatori navali per i decenni a venire. ”

“Il nostro obiettivo è stato fin dall’inizio quello di offrire alla U.S. Navy le capacità di addestramento richieste, senza alcun compromesso rispetto all’aspettativa del cliente. Siamo onorati di poter dar seguito a tale promessa, di poter costruire la nuova flotta di elicotteri a Philadelphia e di supportarla con i nostri servizi di manutenzione da Milton in Florida”, ha concluso Hunt.

Aldo Campiglio

Commenta