Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 28 set – Che le banlieue parigine siano ormai territorio di conquista di immigrati (o “francesi” di seconda e terza generazione in crisi di identità) non è certo una novità. Ma nonostante l’abitudine alla violenza in quell’idillio multietnico che sono le periferie francesi, destano comunque un certo scalpore le immagini che arrivano da Garges-lès-Gonesse, sobborgo a una quindicina di chilometri a nord di Parigi. Un vero e proprio linciaggio in pieno giorno tra bande rivali di adolescenti, con un ragazzo di sedici anni vivo per miracolo.
Come si vede chiaramente dalle immagini, il ragazzo ha provato a nascondersi sotto un’auto, ma è stato trascinato fuori e preso selvaggiamente a bastonate per quasi un minuto da una dozzina di individui. Secondo quanto riportato dal quotidiano francese Le Parisien il ragazzo è stato portato in ospedale in condizioni gravi, suturato con ben 67 punti alla testa.
Sempre secondo fonti francesi il motivo della brutale aggressione andrebbe ricercato in due colpi d’arma da fuoco esplosi prima dell’episodio incriminato: le vittime sarebbero a loro volta due adolescenti di 16 e 18 anni. Una dinamica che rende perfettamente il far west rappresentato dai sobborghi parigini.

Davide Romano

1 commento

Commenta