Roma, 20 ott – Fughiamo subito il primo dubbio e “rassicuriamo” quei simpaticoni dell’Economist: il Regno Unito è messo peggio di noi. I governi a Londra durano meno che a Roma e i personaggi chiamati a guidarli sono tutto tranne che convincenti. Ma qualcuno batterà il poco invidiabile record centrato da Liz Truss? La premier sul carro armato è rimasta in carica appena 45 giorni, mai così pochi nella storia dei primi ministri del Regno Unito. Sembra impresa improba, eppure a giudicare dai possibili successori, “prestigiosi” nomi che circolano oggi sui media britannici, potremmo azzardare una previsione: il primato della Truss è alla portata. Per quanto i bookmakers diano per favoritissimo il “marajà dello Yorkshire” Rishi Sunak, 11/10, a giocarsi il posto c’è pure Penny Mordaunt, data a 7/2. E vi chiederete: chi caspita è Penny Mordaunt?

Doppi sensi sessuali e reality show, chi è Penny Mordaunt

Penelope Mary Mordaunt, per gli amici Penny, è un esponente di spicco dei Tories, già Segretario di Stato per lo sviluppo internazionale, nonché ex ministro della Difesa (prima donna a ricoprire quel ruolo) e poi ex ministro delle Donne e delle Pari Opportunità (sì, nel Regno Unito si passa da un ministero all’altro senza neppure chiedere il permesso al grande transformer Di Maio). Considerata un falco dei conservatori per le sue posizioni fortemente favorevoli alla Brexit, è al contempo attivista gay e riservista della Royal Navy.

Curriculum quasi impeccabile, dunque? Non proprio. L’ex ministro della Brexit, David Frost, appena qualche mese fa bollò l’ex ministro di tutto e un po’, come un politico “part time”, poco concentrata “sui dettagli” dei dossier che contano. Dettagli, appunto. Perché sin qui Penny Mordaunt è passata alla storia più che altro per la partecipazione a un reality televisivo e per un incredibile discorso pronunciato alla Camera dei Comuni. Per il gusto di vincere una scommessa con i colleghi della Marina, l’allora 46enne Mordaunt tirò fuori una filippica infarcita di doppi sensi sessuali, usando per sei volte il termine “cock” (in italiano: “uccello”). Più seria durante la sua partecipazione al reality tv di tuffi, tale Splash. A chi la criticò per il costume un po’ troppo “ardito”, rispose che essere un parlamentare non significa certo dover mostrarsi sempre seri. Anche Rocco Casalino può guardare dall’alto in basso l’Economist.

Eugenio Palazzini

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta