Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 dic – Incastonato nel cuore d’Italia, ma non è Italia. Così la Serenissima Repubblica di San Marino può tranquillamente fregarsene delle misure restrittive imposte dal governo Conte e ha deciso di promuoversi come meta turistica in vista dell’ultimo dell’anno. Nel microstato al confine tra Emilia-Romagna e Marche non ci sono infatti particolari limitazioni alle attività commerciali, quindi come riportato dall’Agi gli alberghi propongono pacchetti di due o tre giorni per le vacanze natalizie con cenoni al ristorante, musica dal vivo e intrattenimenti di vario tipo.

A San Marino spettacoli anche all’aperto

Insomma, seppur ovviamente “nel rispetto rigoroso delle regole anti-contagio”, a San Marino si festeggia l’anno nuovo in compagnia. Certo, non si tratta di un tana libera per tutti e alcune restrizioni sono comunque previste, ma in ogni caso negli hotel sanmarinesi sarà possibile darsi al veglione del 31 dicembre. Non solo, anche nelle vie della cittadina medievale vi saranno spettacoli di folklore con musiche, balli e tradizionali fuochi pirotecnici di mezzanotte. Si potrà quindi festeggiare anche all’aperto. Il tutto però non sta andando giù ad alcuni operatori turistici romagnoli che adesso accusano i vicini “stranieri” di concorrenza sleale. D’altronde, viste le restrizioni in vigore in Italia, in costiera saranno aperti pochissimi hotel rispetto agli anni passati. Ma tant’è.

Tutto aperto, ma per chi?

“Il Capodanno 2020 a San Marino – si legge su Romagna Informazioni – sarà come di consueto ricco di appuntamenti principalmente riguardanti la musica con feste e un grande concerto; ad animare le vie del centro ci penseranno i locali e i ristoranti che offriranno speciali menù per il cenone del 31 e organizzeranno feste ed eventi Capodanno San Marino fino a tarda notte. Saranno tante le occasioni per festeggiare l’anno nuovo e brindare in compagnia in un’atmosfera di grande festa per tutti”.
Per chi volesse recarsi a San Marino l’ultimo dell’anno resta comunque un problema non da poco: il divieto di spostamento. Soltanto i residenti in Emilia-Romagna e Marche – dunque le regioni confinanti con il “Titano” – potranno infatti brindare nella Serenissima Repubblica.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta