Londra, 17 giu – Il bilancio degli omicidi della capitale britannica ha toccato il vertiginoso numero di 60 dall’inizio del 2019. Solo in questo weekend sono quattro i morti, l’ultimo questa mattina: un uomo di 42 anni che è stato pugnalato a morte nelle prime ore della giornata.


Nessun quartiere è al sicuro

Con il quarantaduenne accoltellato a morte, si arriva alla quarta persona uccisa a Londra solo in questo fine settimana: un adolescente è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco e un altro è stato pugnalato a morte sabato. Fatale l’accoltellamento di un altro uomo nella zona di Tower Hamlets venerdì. La vittima di questa mattina è stata aggredita a Stratford, nell‘east end di Londra, il giorno  dopo che una folla di 100 giovani ha caricato la polizia con delle bottiglie mentre indagavano su una rapina al vicino centro commerciale Westfield. E più tardi, stamattina, un uomo di 28 anni è stato ucciso a Leytonstone, a circa un miglio e mezzo di distanza. I paramedici hanno parallelamente dichiarato morto l’uomo di 40 anni aggredito all’una di notte  a Stratford.

Ancora nessuna arresto

Nessun arresto è stato ancora fatto per queste aggressioni, e gli uomini della squadra omicidi e delle unità di crisi si stanno ancora dando da fare sui luoghi del delitto. Diverse strade sono rimaste chiuse questa mattina intorno a West Ham Lane e anche a Stratford Park per permettere gli accertamenti. L’ispettore capo Detective Larry Smith, che guida l’indagine, ha dichiarato: “Mentre continuiamo a lavorare per ricostruire gli eventi che hanno portatoun uomo a perdere la vita, mi appello a chiunque si trovasse nelle vicinanze di Whalebone Lane verso le 12.30: contattate la polizia.”

Gang di giovani armate di coltello

Poche ore prima dell’omicidio, un adolescente è stato accoltellato in faccia a Tuffnell Park, a nord di Londra. Il ragazzo è stato portato in un ospedale del nord di Londra, è stato curato per lesioni non mortali. La polizia ha arrestato un uomo di 25 anni. Cheyon Evans, 18 anni, invece, è stato pugnalato a morte a Tooting, nel sud-ovest di Londra, alle 16.42 di venerdì. Numerosi testimoni  hanno dichiarato al Times che era stato assalito da una banda di adolescenti, per essere accoltellato 17 volte. Due di questi  giovani dovrebbero essere comparso  davanti ai magistrati di Wimbledon questa mattina, con l’accusa di omicidio. Davvero una brutta figura per la tanto decantata Londra multietnica di Sadiq Khan, già messo al “proprio posto” da Donald Trump.

Ilaria Paoletti

Commenta