Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 23 ott – La percentuale di bambini con problemi di salute mentale è del 50% superiore rispetto a prima della pandemia: lo rivela uno studio del Servizio sanitario inglese, che ha stabiliti che un bambino su sei ora ha sviluppato ansia, depressione o solitudine a causa del lockdown.

Scuole chiuse e disturbi mentali

Gli esperti hanno affermato che le cifre sono “profondamente angoscianti” e hanno incolpato la chiusura delle scuole e tutta la mole di ansia e preoccupazione relativa al Covid-19. Insieme ai bambini, le giovani donne sono i soggetti più colpiti, con un quarto delle persone di età compresa tra 17 e 22 anni diagnosticate come affette da un “probabile disturbo mentale”. Il sondaggio sulla salute mentale dei bambini e dei giovani in Inghilterra, pubblicato da NHS Digital, è stato condotto a luglio. Si basa su sondaggi condotti su 3.570 bambini e sui loro genitori. Il rapporto ha mostrato un forte aumento dei livelli di problemi di salute mentale rispetto al 2017, l’ultima volta che è stato condotto il sondaggio.

Malattie mentali “strettamente connesse al lockdown”

Tre anni fa, un bambino su nove è stato classificato come probabilmente affetto da un disturbo mentale. Ma quella cifra è raggiunge la media di uno su sei. L’autore principale della ricerca, Tamsin Ford (professore di psichiatria infantile e dell’adolescenza a Cambridge), ha affermato che il “significativo deterioramento della salute mentale dei bambini” è strettamente connesso ai lockdown. Ha aggiunto: “Sappiamo che la solitudine è molto tossica e l’isolamento sociale è molto deleterio per la salute mentale. L’aumento delle malattie mentali dei bambini e dei loro genitori denotato dal sondaggio, sulla base delle nostre esperienze, suggeriscono fortemente che tale cambiamento è influenzato dal lockdown“.

Sonno, ansia e depressione

La maggior parte dei bambini ci ha detto che il lockdown ha peggiorato le loro vite. Questo ovviamente è coinciso con il periodo in cui le scuole sono state chiuse”. Un altro 37% dei bambini di età compresa tra i cinque ei 16 anni si preoccupa dello stato di salute di amici e familiari, e soprattutto del contagio da Covid-19. Quasi un terzo dei bambini ha problemi a dormire. La dott.ssa Bernadka Dubicka, presidente della facoltà per l’infanzia e l’adolescenza presso il Royal College of Psychiatrists, ha dichiarato: “È profondamente angosciante vedere un aumento così netto del numero di giovani costretti a convivere con una malattia mentale, tanto più che molte delle loro vite sono notevolmente peggiorate”. Chissà se qualcuno comprende che questi danni mentali perpetrati dal lockdown non sono meno gravi di quelli fisici?

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Non c’era bisogno di uno studio scientifico per comprendere gli effetti negativi del lockdown sulla salute mentale delle persone!

Commenta