Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 nov – Maradona è salito nell’Olimpo degli Dei del calcio. Ed è un fiume albiceleste quello che scorre oggi nelle strade di Buenos Aires. C’è un popolo commosso che dall’Obelisco alla Casa Rosada sventola bandiere dell’Argentina, sciarpe e immagini del Pibe de Oro.





Un pallone negli occhi

Un omaggio assoluto alla Mano de Dios che d’un tratto è tornata a infiammare i cuori di intere generazioni. Non ci sono soltanto coloro che hanno vissuto quelle epiche gesta calcistiche, in piazza ci sono tutti, anche i più piccoli che le vivono a posteriori e che continueranno a sognare di essere come Maradona nei fangosi campetti di periferia.

Anzi, è soprattutto lì che il sogno continua. Esattamente come ad Acerra, quando il giovane Diego Armando dava spettacolo tra le auto parcheggiate, in barba ai divieti. Per i bambini, appunto. E’ per questo che oggi in Argentina, come a Napoli, ogni bambino ha un pallone negli occhi. E’ bianco e azzurro, i colori del cielo da cui li osserva, da oggi e per sempre, il “ragazzo d’oro”.













Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta