Roma, 20 mag – Mosca si esprime sull’ormai prossimo allargamento Nato a Finlandia e Svezia, come riportato su Tgcom24. La questione è ormai quasi quotidiana nelle dichiarazioni del Cremlino.

Allargamento Nato, Mosca pronta a nuove basi militari

Si viaggia – purtroppo – spediti verso i 90 giorni di guerra, e la conta attuale è a 86. Senza che l’offensiva russa si arresti, così come la risposta ucraina. Le nuove adesioni all‘Alleanza Atlantica portano Mosca ad annunciare la costruzione di nuove basi militari nella Russia occidentale. A parlare è il ministro della Difesa russo Sergej Shoigu, secondo quanto pubblicato dalla Tass e riportato dall’Huffington Post: “Entro la fine dell’anno, 12 unità militari e divisioni saranno stabilite nel distretto militare occidentale”.Poi prosegue così: “La situazione nella direzione strategica occidentale è caratterizzata dalla crescita delle minacce militari vicino ai confini della Russia. Negli ultimi otto anni, l’intensità dei voli dei bombardieri strategici statunitensi in Europa è aumentata di 15 volte”. Infine, “le visite nel Mar Baltico delle navi americane con missili guidati sono diventate sistematiche”.

Ma c’è anche una buona notizia: i vertici militari russi e americani hanno, se non altro, ripreso a parlarsi, con il primo colloquio tra il capo di Stato maggiore Valery Gerasimov, e l’omologo statunitense Mark Milley.

Nuovi arruolamenti in terra russa

La Duma di Mosca sta esaminando un disegno di legge per consentire a tutti i cittadini russi sopra i 40 anni e agli stranieri sopra i 30 di poter aderire all’esercito. Questo “per l’uso di armi ad alta precisione, il funzionamento di armi ed equipaggiamento militare, sono necessari specialisti altamente professionalizzati. L’esperienza dimostra che lo diventano all’età di 40-45 anni”. Fino ad oggi, tutto ciò è consentito solo ai cittadini di età inferiore alle fasce indicate.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Mi sento insicuro.
    Faccio domanda di entrare nella Nato anch’io.
    Poi di vedrà.
    Speriamo che Putin non di arrabbi pure con me.

Commenta