Roma, 17 feb – Gaffe continue, inciampi, scivoloni e defaillance? Nulla di preoccupante, è così di suo, o forse ci fa, ma non è affatto un problema: Joe Biden non preoccupa perché “sano” ed “energico”. Parola di imparzialissimo medico della Casa Bianca. L’attuale presidente degli Stati Uniti “resta un uomo di 80 anni in salute e vigoroso che è idoneo ad eseguire i doveri della presidenza, anche come capo esecutivo, capo di stato e commander in chief”.

Biden in salute? E’ quanto emerso dal check up medico, effettuato dal suo medico

Sono queste le conclusioni, firmate dal medico della White House, del check-up sanitario a cui Biden si è sottoposto. Un controllo annuale a cui il presidente Usa si sottopone, ufficialmente mera routine. Dunque, sempre stando a quanto emerso dal check up a cui si è sottoposto presso il Walter Reed Nationa Military Medical Center, il capo di Stato americano è ”perfettamente in grado di svolgere con successo i doveri della presidenza”.

Nel frattempo a Biden è stata rimossa una piccola lesione che aveva al torace e che è stata sottoposta alla biopsia. In questo caso i risultati non sono però ancora stati comunicati. Quel che è certo, in base a quanto riferito dalla Casa Bianca, è che dall’esame neurologico “estremamente dettagliato” non sono stati rinvenuti potenziali rischi di ictus, sclerosi multipla o morbo di Parkinson. E ancora: il presidente statunitense si allena regolarmente cinque giorni alla settimana.

Qualche problemino sarà stato riscontrato? Sì, ma nulla di così invalidante. Secondo il rapporto del suo medico, Biden avrebbe tuttora una “andatura rigida”, dunque gli sono stati prescritti plantari personalizzati. Soffre inoltre di reflusso gastroesofageo occasionale, ha una lieve neuropatia periferica sensoriale dei piedi. Quisquilie, perché il risultato di questi controlli, di fatto, è un via libera per la ricandidatura di Biden alla presidenza, dopo le numerose perplessità dei molti americani che lo ritengono troppo vecchio per tentare il bis. Ricordiamo che Biden ha compiuto 80 anni lo scorso 20 novembre.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Se sono costretti a pubblicare queste notizie è segno che il poverello è già andato. Ma si poteva indovinare anche senza rendere nota la notizia. Rifate le elezioni che è meglio, questo ci porta in piena guerra mondiale. Il guaio è che le teste di legno d’Europa stanno sbavando dietro a lui.

Commenta