Wellington, 17 ago – L’aveva promesso lo scorso ottobre, ora dalle parole la Nuova Zelanda è passata ai fatti: nei confini della nazione oceanica non sarà più possibile vendere case agli stranieri. Dopo un lungo dibattito, il parlamento ha infatti approvato (in terza lettura) una legge – sulla quale la giovanissima premier Jacinda Ardern ha puntato nel corso della sua campagna elettorale – che vieta a soggetti non residenti l’acquisto di immobili.
La decisione è stata presa a seguito di una seria speculazione – dovuta anche all’aumento della domanda da parte di stranieri – che nel corso degli ultimi anni ha fatto schizzare all’insù i prezzi delle case, con rincari arrivati in media a sfiorare il 50% con punte vicine al 70%. Il tutto a danno dei cittadini della Nuova Zelanda, costretti ad esborsi sempre maggiori per potersi permettere un tetto sopra la testa. Tanto che la quota di proprietari di case è al minimo da quasi 70 anni.
Da qui la scelta, drastica ma necessaria, operata dal governo di Wellington: “Che si tratti di una casa in riva ad un lago o all’oceano, oppure di una modesta abitazione suburbana, la legge assicura che il mercato immobiliare sia determinato in Nuova Zelanda o non sul mercato internazionale”, ha spiegato il ministro delle Finanze, David Parker. La legge è stata ampiamente criticata dal Fondo Monetario Internazionale che, preoccupato per i riflessi sugli investimenti esteri, ha chiesto al governo neozelandese di ritornare sui suoi passi: “Noi neozelandesi non dovremmo essere affittuari della nostra stessa terra“, ha risposto Parker.

4 Commenti

  1. Il Fondo Monetario Internazionale, controllato dai principali banchieri mondiali, è ovvio che non vuole mercati chiusi dove non si possono comperare i beni dei popoli che hanno la titolarità di quel territorio.Loro vogliono terre da comperare e gente da rendere schiava della loro carta moneta prodotta privatamente a costo zero e che serve per depredare i paesi e i loro popoli

  2. Concordo pienamente con la politica della Nuova Zelanda. Una sola domanda: perche’ tanti stranieri vogliono comperare proprio in un’isola fuori dal mondo? Non vorrei essere complottista, ma cosa potrebbe/ dovrebbe succedere nelle altre parti del mondo? O mi sbaglio?

    • è noto, i super milionari di tutto il mondo si stanno comprando laggiù per pararsi da catastrofi climatiche, guerre nucleari, nazismi tecno, e via dicendo!!

Commenta