Roma, 21 dic — La dichiarazione proviene direttamente da Jeff Zients[1], il coordinatore della risposta al Covid-19 della Casa Bianca, l’ente che guida l’intera azione di contrasto alla pandemia negli Stati Uniti d’America.

La Casa Bianca senza pietà

Le affermazioni ufficiali[2], che si concentrano sulla nuova variante e sui suoi effetti e che hanno lasciato in tanti di stucco, provengono direttamente dalla conferenza stampa del team briefing della Casa Bianca[3]: “Siamo intenzionati a non lasciare che Omicron interrompa il lavoro e la scuola per i vaccinati. […] Per i non vaccinati, vi state affacciando a un inverno [fatto] di gravi malattie e morte per voi, le vostre famiglie e gli ospedali che potrebbero presto venire sommersi.

Parole dure e spietate, che hanno quasi il sapore di una minaccia o di un fosco avvertimento. Parole che ci è già capitato di sentire proprio dai vertici politici e governativi del nostro Paese: “L’appello a non vaccinarsi è l’appello a morire. Sostanzialmente: non ti vaccini, ti ammali, muori. Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, lui/lei muore. Questo è. Senza vaccinazione si deve chiudere tutto di nuovo.” Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Riposizionamento della scienza e dei suoi esperti

Da giorni i principali scienziati, virologi ed esperti scientifici si stanno riposizionando sulla possibilità di contagio anche da parte di coloro che sono pienamente vaccinati, come se finora non fosse stato detto e scritto il contrario. Nessuna ammissione di colpa, nessun esame di coscienza. Né da parte della comunicazione mainstream, né dai principali protagonisti delle trasmissioni televisive, si propongono piuttosto misure restrittive anche per chi è già vaccinato[5], mentre la scienza dai volti (e dalle voci) noti di Bassetti, Crisanti e Pregliasco registrano “Sì Sì Vax”, la canzone di Natale[6].

Il punto in questione non vuole essere medico-sanitario, tema del quale ci possiamo limitare a considerare e sollecitare il pluralismo delle opinioni, ma piuttosto l’uso stesso della comunicazione, troppo spesso esclusivamente a senso unico e pluralista solo quando c’è da ridicolizzare e ostracizzare il dissenso. Non può che tornare in mente l’autocelebrativa clip di Mediaset di marzo 2020: “Le notizie sono una cosa seria: fidati dei professionisti dell’informazione.[7]

Dichiarazioni come queste non possono quindi che suonare come una ulteriore intimidazione tout court, peraltro proveniente da istituzioni ufficiali. Il timore è che questa stessa retorica, di paura, odio e totale assenza di pensiero critico, continui ad estendersi a macchia d’olio alle nostre vite, attraverso le nostre famiglie, agli amici, ai conoscenti e ai colleghi di lavoro, creando così una contrapposizione sempre più agguerrita, di cui già abbiamo assistito all’inizio della diffusione del Covid sul territorio nazionale: dai runner, alla movida, da chi andava in vacanza (col bonus governativo), a chi andava in centro città o nei centri commerciali (regolarmente aperti al pubblico), ai non vaccinati e ora ai vaccinati con solo due dosi, ai quali, se solo fosse possibile, si appiccicherebbe l’infamante etichetta di novax.

Divide et impera. Non una semplice locuzione ma una forma di governo.

Valerio Savioli

[1] https://www.usglc.org/positions/white-house-coronavirus-response-coordinator/

[2]https://twitter.com/Breaking911/status/1472776500453728256?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1472776500453728256%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.informationliberation.com%2F%3Fid%3D62752

[3] https://www.whitehouse.gov/briefing-room/press-briefings/2021/12/17/press-briefing-by-white-house-covid-19-response-team-and-public-health-officials-74/

[4]https://twitter.com/Quicktake/status/1471641913916854276?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1471641913916854276%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.informationliberation.com%2F%3Fid%3D62752

[5] https://www.iltempo.it/attualita/2021/12/20/news/tampone-obbligatorio-anche-per-i-vaccinati-la-stretta-del-governo-sul-natale-durata-green-cabina-regia-29853693/

[6]https://twitter.com/1giornodapecora/status/1472962865430769670?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1472962865430769670%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.secoloditalia.it%2F2021%2F12%2Fi-virologi-cantano-si-si-vax-sulle-note-di-jingle-bells-il-disastro-comunicativo-di-crisanti-bassetti-e-pregliasco-video%2F

[7] https://www.youtube.com/watch?v=k6HnuVHyEjw&ab_channel=MediasetInfinity

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Dal ottimismo distruttivo sono passati al pessimismo distruttivo, normale semi parabola conclusiva di un sistema.

  2. E per chi, non “vaccinato”, si è beccato il Covid “naturalmente” (silente o meno, magari con silenzioso, cosciente rispetto per sé stesso e gli altri non avendo avuto il bisogno di allarmare)… morirà prima o dopo come tutti ?! Stranamente è una categoria totalmente trascurata dai mass-idioti. A già non sono stati ancora allertati ché le Big P. non risultano ancora pronte per farci rifilare senza “tante storie” pure i sierologici; manco hanno il tempo per incassare tutto dalla slot-sino machine a getto continuo…

Commenta