Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 nov – Pesanti scontri tra polizia e manifestanti scesi in strada a Parigi per protestare contro la legge per la sicurezza globale e il presunto razzismo delle forze dell’ordine. Una protesta montata in particolar modo dopo il pestaggio – da parte di alcuni agenti – del produttore musicale Michel Zecler.



Stando a quanto riferito da Le Figaro, la polizia ha lanciato diversi lacrimogeni contro i manifestanti antifascisti vestiti di nero, in stile black bloc, che hanno innalzato barricate in strada e iniziato a lanciare sassi e bottiglie. Gli stessi manifestanti hanno iniziato poi ha spaccare le vetrine di alcuni negozi e a incendiare le auto in sosta, come riportato da Le Parisien.

Black Brain

https://twitter.com/i/status/1332725262350487552

Parigi, devastazioni in Piazza della Bastiglia

Gli incidenti sono avvenuti in particolar modo in Piazza della Bastiglia, dove si è radunata la gran parte dei manifestanti. Oltre alle auto sono stati dati alle fiamme anche un chiosco, la facciata di una banca e una caffetteria.

Impedito l’accesso alla piazza ai vigili del fuoco che vorrebbero spegnere gli incendi. Ma scontri e lanci di oggetti contundenti sono stati registrati, oltre che nella capitale francese, pure a Lilla, Bordeaux e Lione. In quest’ultima città un agenti e alcuni manifestanti sono rimasti feriti. Non sembra invece che si siano verificati incidenti alle manifestazioni, ancora in corso, a Rouen e a Marsiglia. Alla protesta di Parigi, oltre alla galassia dell’antifascismo locale, stanno partecipando anche i partiti di sinistra e il sindacato Cgt, i quali chiedono le dimissioni del prefetto Didier Lallement.

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

Commenta