12273067_1191718437509648_313781401_nRoma, 24 nov – “Un pilota russo! Allah è grande”, dicono i terroristi mentre circondano il corpo di Rumyantsev Sergei Aleksandrovich, il pilota russo abbattuto sopra i cieli di Siria e attorno a cui si riuniscono festanti i “ribelli” siriani in un video diffuso dal Free Syrian Army.

A quanto pare il pilota, apparentemente morto, mostrato nel video sarebbe stato alla guida del Jet Su24 abbattuto questa mattina dalla Difesa turca perché avrebbe sconfinato il confine fra Siria e Turchia. Sarebbe stato ucciso dai ribelli siriani mentre tentava di raggiungere con il suo paracadute una zona in mano al regime di Damasco. Lo spiega Jabir Ahmad, portavoce della Decima Brigata, alla Dpa.

In precedenza il gruppo di ribelli moderati aveva rivendicato l’uccisione del pilota su Facebook e Twitter e diffuso su Internet questo video che mostra il suo cadavere. Ora si teme per la sorte dell’altro pilota, che potrebbe essere stato catturato vivo dai tagliagole. Con la gentile collaborazione di Erdogan.

https://www.youtube.com/watch?v=kqRjB1rtxtI&has_verified=1&client=mv-google&layout=mobile&app=desktop

Commenta