Roma, 22 mar – Più Farsalo che Gneo, Mike Pompeo è sicuro: “Trump è stato mandato da Dio per salvare Israele dall’Iran”. In un’intervista a Christian Broadcasting Network, il segretario di Stato americano ha riposto alla domanda se l’attuale presidente degli Stati Uniti potrebbe essere come la figura biblica Ester, che si dice abbia salvato gli ebrei con l’aiuto di Dio. “Da cristiano, credo certamente sia possibile”, ha dichiarato Pompeo, sperticandosi in lodi dell’amministrazione Trump per aver assicurato che “lo stato ebraico rimarrà”. Il segretario di stato Usa si è detto poi “fiducioso che il Signore sia al lavoro qui“.

Parole forti (eufemismo), in pieno stile fideistico americano, arrivate dopo l’annuncio del presidente degli Stati Uniti di riconoscere la sovranità di Israele sulle alture del Golan, occupate militarmente da Tel Aviv dopo la Guerra dei Sei Giorni nel 1967 e da allora sempre rivendicate dalla Siria come territorio appartenente alla Repubblica araba. Il segretario di Stato americano ha poi colto l’occasione per elogiare le truppe Usa in Medio Oriente, che “assicurano l’esistenza di Israele”

Le dichiarazioni al fulmicotone di Pompeo arrivano a meno di venti giorni dalle elezioni israeliane, in programma martedì 9 aprile, e subito dopo le accuse di Trump ai rivali democratici, giudicati “anti-israeliani” e “contro gli ebrei”. Quelle del segretario di Stato statunitense sono però soltanto le ultime sparate “bibliche” di una lunga serie da parte di esponenti di spicco del governo di Washington. La portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders, parlando alla stessa stazione tv, aveva ad esempio invocato l’intervento di Dio, spiegando che a suo avviso “voleva che Trump diventasse presidente ed è questo il motivo per cui lui è qui”.

Eugenio Palazzini

3 Commenti

  1. Ma certo come avevamo fatto a non capirlo? E’ stato Dio a mandare Trump negli USA, in Argentina ha mandato Wanda Nara, in Inghilterra Mister Bean, in Italia boh?
    Non è piu’ tempo di figure ieratiche, di Padri della Chiesa, di Sant’Agostino, San Francesco, no adesso abbiamo il signor Pompeo: un tizio che con il suo piglio smargiasso stonerebbe anche davanti ad un bancone di una birreria alle 2400; Michi sparla riducendo a frasi di un fumetto la tragedia di popoli (cristiani, ebrei, islamici …) dei loro gravosi e spesso inestricabili problemi, di lutti, eccidi; questo ipernutrito americano dovrebbe occuparsi di piu’ della sua dieta e farsi qualche camminata in silenzio.

  2. “AMERICA IS ISRAEL’S BITCH”
    Purtroppo questo è vero praticamente da sempre, dopo il genocidio del popolo Pellerossa (i VERI americani) hanno fatto guerre, mondiali o meno, sempre e solo per ordine e comando del popolo deicida.
    Dove non hanno guerreggiato devastando l’hanno fatto in altri modi, invadendo con la loro subcultura beota stati e popoli ormai decerebrati da decenni (per l’esattezza dal 1945.
    Un esercito solo potè portare sulla fibbia la scritta “Gott mit uns” ma erano altri tempi ed anche quel popolo ormai è completamente decerebrato.

Commenta