Roma, 30 nov – Sei vaccinato e vuoi fare un viaggio in Portogallo? Da domani non ti basterà esibire il green pass, ti servirà anche presentare il risultato di un tampone negativo. E’ quanto stabilito dal governo di Lisbona, che obbliga così anche i cittadini provenienti da un Paese Ue a sottoporsi al test Covid “indipendentemente dal possesso di un certificato di vaccinazione”.

Portogallo, tampone anche per vaccinati. Ue spiazzata

Una decisione che non è piaciuta affatto a Bruxelles, con la Commissione europea che soltanto pochi giorni fa aveva chiesto ai governi nazionali di non adottare nuove restrizioni per i passeggeri provenienti dai Paesi membri muniti del certificato verde. Come mai allora il Portogallo, che a settembre aveva provato a mettersi alle spalle tutte le restrizioni anti Covid, ha optato per questa misura? Semplicemente perché teme il diffondersi della nuova variante Omicron. Dunque non intende lasciare una corsia preferenziale ai viaggiatori immunizzati – ovvero vaccinati con almeno due dosi – pretendendo anche da loro il tampone. La scelta portoghese potrebbe oltretutto essere seguita da altre nazioni europee, alle prese con cancellazioni di voli e nuove strette.

Modalità per l’ingresso in Portogallo

Le regole introdotte dalle autorità lusitane saranno valide dal 1° dicembre al 9 gennaio 2022, dunque per tutto il periodo delle vacanze natalizie. Ieri, l’ambasciata d’Italia a Lisbona, ha pubblicato sul proprio sito tutte le specifiche per l’ingresso in Portogallo. Eccole:

Dal primo dicembre 2021 vige in Portogallo lo stato di calamità. L’ingresso in Portogallo per via aerea anche se vaccinati e in possesso del Certificato verde è consentito solo dietro presentazione della prova con esito negativo del test molecolare (TAAN) realizzato nelle 72 ore precedenti l’ora dell’imbarco o antigenico (TRAg) realizzato nelle 48 ore precedenti l’ora dell’imbarco. Questa misura si applica anche per l’ingresso per via terrestre, marittima e fluviale. I bambini di età inferiore ai 12 anni sono esenti dal presentare il suddetto test.

Tutti i passeggeri dovranno inoltre obbligatoriamente compilare il modulo di localizzazione digitale (PLF) del Governo portoghese disponibile al https://portugalcleanandsafe.pt/en/passenger-locator-card
Per eventuali verifiche della correttezza/completezza della documentazione (PLF + Certificati) prima del viaggio si consiglia anche di contattare le compagnie di trasporto.
Per maggiori informazioni, si prega di consultare il sito dell’Autorità competente per le frontiere (SEF) alla seguente pagina in lingua inglese: https://imigrante.sef.pt/covid-19/faqs/

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Anche in Germania sta prendendo piede l’idea di chiedere il tampone anche ai vaccinati.. per entrare in alcuni posti, perchè possono contagiare. Si chiama 2g+ . Ovvero: ai vaccinati e guariti viene chiesto anche il tampone..
    La stampa di regime non ci farà mai titoloni.. mettendolo in prima pagina.. perchè non gli fa comodo per la loro discriminazione unilaterale che vogliono fare verso i “non vaccinati”. Ma questo esiste da tempo..

Commenta