Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 lug – Come nella Casa di Carta? Non a quei livelli, ma poco ci manca. Non a caso alcuni media sudamericani citano proprio la serie cult per raccontare la rapina andata in scena in Brasile. Una banda composta da otto uomini travestiti da poliziotti ha rubato 750 chili di oro e metalli preziosi, per un valore di 36 milioni di euro, all’aeroporto internazionale Guarulhos di San Paolo. I ladri, armati di fucili automatici, hanno fatto incursione nello scalo a bordo di due pick-up non dissimili a quelli utilizzati dalla polizia federale brasiliana, proprio per passare inosservati.

Giunti sul punto hanno bloccato e intimato agli operai di consegnargli il carico di oro che doveva essere spedito in Svizzera e negli Stati Uniti. Il commando ha operato con metodi militari, da veri professionisti, facendosi aiutare dal personale dell’aeroporto presente sul posto a caricare la refurtiva con un muletto.

Un’azione ben congeniata, con la banda che ha tenuto in ostaggio per ore due addetti alla sicurezza e la famiglia di un terzo, per poi liberarli una volta sottratto tutto l’oro e subito prima di darsi alla fuga. I due mezzi utilizzati dai ladri per il trasporto, sono stati ritrovati a circa 20 chilometri dallo scalo. La polizia ha dichiarato che non vi sono feriti e nessuno ha sparato colpi d’arma da fuoco. 

Eugenio Palazzini

Commenta