Il Primato Nazionale mensile in edicola

sondaggiprimoAtene, 5 lug – Secondo i primi exit poll pubblicati dagli istituti greci, i NO sarebbero stati avanti di misura sui SI nel referendum greco. In particolare, tutti gli istituti davano per il NO una “forchetta” tra il 49.5 e il 54 e il SI in una forchetta tra il 45,5 e il 50.5.
Va precisato che si trattava di call poll, quindi rilevazioni fatte con chiamate agli elettori dopo il voto, e non exit poll, rilevazioni fatte dopo il seggio, né proiezioni su voti reali in seggi rappresentativi.Molto più ampio appare però il risultato che si sta profilando dallo spoglio reale delle schede. Infatti dopo il 22% dello spoglio, il NO è sopra 60% e il SI al 39%.
Urli di gioia avevano accolto i primi sondaggi nella sede di Syriza, il partito del leader greco Alexis Tsipras.
Secondo i risultati reali che continuano ad arrivare dallo spoglio e che coprono al momento oltre il 55% dei votanti, è però molto più alto il vantaggio di chi ha votato no.
Il NO è infatti stabilmente sopra il 61% e il SI al 38%. La vittoria del NO appare quindi come certa. Va sottolineato come quella del NO sia una vittoria anche sui sondaggi, che avevano dato costantemente in vantaggio il SI nei giorni precedenti alle elezioni. Appare ormai certo il trionfo dei no con un risultato sopra il 60%, ben oltre qualsiasi ottimistica previsione della vigilia
Secondo il ministro del lavoro greco questo risultato verrà utilizzato dal governo greco per definire un nuovo accordo con Europe e creditori: accordo che secondo la maggioranza dovrebbe rispettare però i programmi e la volontà degli elettori.
Hollande e Merkel hanno fissato un incontro per domani sera. Il premier italiano Renzi incontrerà domattina Padoan.
Cristiano Coccanari

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta