Il Primato Nazionale mensile in edicola

Mosca, 3 ott – Un ragazzo russo che vuole rimanere anonimo ma del quale è stato reso noto il cognome, D. Razumilov, vuole trascinare davanti ai giudici la Apple, il colosso dell’informatica, perché secondo lui lo smartphone l’iPhone l’avrebbe fatto diventare omosessuale.

Tutta colpa della criptovaluta

Il Moscow Times riporta la notizia. Razumilov nel 2017 avrebbe scaricato con Iphone un’app relativa alla criptolovaluta. Secondo il ragazzo, sarebbe giunto a scaricare, per colpa di un annuncio pubblicitario, una moneta denominata GayCoin. L’annuncio diceva che 69 gettoni valgono circa 2 centesimi. Secondo il ragazzo, il numero 69 non è stato preso a caso. «Non giudicare senza provare», questo il testo pubblicitario della criptovaluta GayCoin.

“Mi sono impantanato”

“Come posso giudicare qualcosa senza prima provarlo? E ho deciso di provare relazioni omosessuali” dice Razulminov. “Dopo due mesi posso dire che mi sono impantanato in intimità con un ragazzo e non posso uscirne. Ho un ragazzo stabile e non so come spiegarlo ai miei genitori” dichiara ancora l’utente Apple, diventato “gay” come se ciò lo rendesse vittima di una dittatura: “Dopo aver ricevuto il messaggio di cui sopra, la mia vita è cambiata in peggio e non sarà mai più normale” conclude. In Russia, è noto, le manifestazioni di propaganda Lgbt non sono molto ben accette

Il risarcimento milionario

Razumilov si sentirebbe vittima della Apple, che attraverso l’IPhone e la possibilità di scaricare la criptovaluta Gay lo avrebbe “manipolato” e orientato “verso l’omosessualità”. Dunque ha deciso di portare in giudizio la Apple, chiedendo alla società di Tim Cook un risarcimento esorbitante, che si aggira su un milione di rubli  (15.000 dollari). La ragione? “Sofferenze morali e danni alla salute mentale”. La prima udienza si terrà il 17 ottobre a Mosca. Insomma, Razumilov, che è uno studente, avrebbe cambiato il suo orientamento sessuale per colpa di un’app disponibile su Ios. Fate attenzione a quale app scaricate, dunque: un click sbagliato e diventate Vladimiro Guadagno.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Ad usare distrattamente lo smartphone si rischia di diventare frocioni conclamati come vladimiro guadagno?… Al peggio non c’ è proprio limite! Un tempo si sorvegliavano con attenzione gli adolescenti perché non deviassero da ciò che madre natura comanda. Perché non prendessero “brutte strade” , si usava dire! Oggi si fa’ di tutto, soprattutto, (e cio è gravissimo!!!), a livello istituzionale, (dalla propaganda massmediatica e subliminale, fino a Bibbiano!), per spingerli verso la busoneria più lercia e sfacciata! Oggi Mi tocca gridare cio che gridavano i comunisti 50 anni fa’ : VIVA LA RUSSIA!!!!!

    • Non sono così sprovveduto da sostenere, e, soprattutto, CREDERE, che in Russia sia tutto rose e fiori. Credo, però, che le cose, qua, grazie alla VOLONTÀ di COLORO che, VERAMENTE, comandano negli U.S.A., e che sono, a tutti gli effetti, in quanto vincitori dell’ ultima guerra, i nostri PADRONI, andranno sempre PEGGIO….. Di sicuro non sarà un paese per vecchi, parafrasando un celebre film. Ma non lo sara’ neppure per soggetti DEBOLI. Bambini, donne, disabili, etc. , etc. . Vittime predestinate di un sistema che persegue scientemente il loro annientamento.

  2. La Russia, quanto meno, non mi pare che persegua la SOSTITUZIONE ETNICA del Popolo RUSSO. O, perlomeno, a me non risulta. Sostituzione perseguita, dalle NOSTRE PARTI, con ogni mezzo. Incluso quello di trasformare le PERSONE, MASCHI & FEMMINE, e dalla più TENERA ETÀ, in DEPRAVATI INFECONDI…

Commenta