le penParigi, 30 gen – Chissà se l’ideologia repubblicana che ispira le eterne campagne anti-lepeniste comporta anche le fucilate. Per saperlo basta chiedere informazioni all’82enne Blanche Doucet, capolista del Rassemblement Bleu Marine (la lista capeggiata da Marine Le Pen) a Châtillon, che alle 18.30 di martedì era intenta insieme ad altri militanti nel suo consueto porta a porta per propagandare le idee della leader del Front National.

Uno degli inquilini a cui la povera Blanche è andata a suonare, tuttavia, non doveva essere esattamente una simpatizzante frontista. Ne è nata una discussione, i toni si sono alzati e alla fine l’uomo ha preso un fucile da caccia e ha fatto fuoco. I militanti del Fn sono stati feriti in modo non grave. Adesso il responsabile, un uomo di una sessantina d’anni, è in carcere a Montrouge in seguito all’intervento della polizia. Arrestarlo non è stato semplicissimo, dato che l’acceso militante anti-lepenista si è barricato in casa per almeno 40 minuti rifiutandosi di uscire.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here