Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 mar – “Abbiamo ucciso un crociato italiano”. E’ il macabro annuncio dell’Isis, che ha pubblicato foto del cadavere e documenti della vittima per dimostrare che non si tratta, purtroppo, di uno scherzo. Il cittadino italiano sarebbe stato ucciso durante l’assedio di Baghuz, ultimo villaggio occupato dallo Stato islamico in Siria. Stando a quanto riferito da Site, il portale Usa di monitoraggio del jihadismo, i documenti, le cui foto sono state pubblicate online dall’Isis, appartengono a Lorenzo Orsetti, un fiorentino di 33 anni che si era arruolato con i curdi.

Orsetti combatteva nelle file del Ypg, forze curde legate al Pkk. Di recente era stato intervistato da alcuni media italiani poiché combattente volontario italiano.
Pochi giorni fa aveva raccontato la sua storia al Corriere Fiorentino. L’Isis ha annunciato di averlo ucciso pubblicando la sua tessera sanitaria, una carta di credito, e la scritta: “Il crociato italiano ucciso negli scontri nella città di Baghuz”. Orsetti è il secondo italiano, arruolatosi con le forze curde, ucciso in Siria. 

La notizia della sua morte è stata data dall’Isis con la pubblicazione della sua tessera sanitaria italiana e di una carta di credito accompagnate dalla scritta in arabo “il crociato italiano ucciso negli scontri nella città di Baghuz”. Orsetti è il secondo italiano militante nelle fila delle forze curde e ucciso in Siria dopo Giovanni Francesco Asperti, morto lo scorso 7 dicembre.

Eugenio Palazzini

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta